Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Sky, L’intervista integrale ad Osvaldo

Sky, L’intervista integrale ad Osvaldo

Prima intervista dell’anno al giallorosso, già oggetto suo malgrado di una piccola questione montata dai giornali a causa della sua assenza dal viaggio in Florida

P.D. Osvaldo

P.D. Osvaldo

SKY OSVALDO / ASROMALIVE.IT – Come preannunciato questo pomeriggio, Pablo Osvaldo è stato intervistato da Sky. Un’ora prima della messa in onda della chiacchierata con i giornalisti, in rete già era leggibile un estratto dell’intervista (vedi qui).

Di seguito il testo integrale:

Cosa chiedi al 2013 personalmente?
Personalmente, visto che nel personale ho finito l’anno bene, che continui così e che possa realizzare i miei progetti per quest’anno.

Hai superato l’influenza, sei pronto per il Napoli?
Si si, ieri quando sono arrivato mi sentivo ancora un po’ debole un po’ così, ma sono guarito clinicamente, quindi ora sto cercando di mettermi subito in forma per mettermi alla pari con i miei compagni.

E il certificato medico?
Stavo male ed è successo un casino. Ormai so’ abituato.

L’incontro con i dirigenti?
Non ho dovuto chiarire, volevano solo sapere come stessi e me lo ha chiesto anche Zeman. Ero influenzato e per questo non sono partito in ritiro, ma tutte le voci sono infondate. Non c’è nient’altro.

Cosa pensi delle parole di Berlusconi?
Evidentemente sono vecchio… ma contro il Milan stavo bene, se lo ha detto Silvio alzo le mani.

E di Balotelli?
Arrivare alle mani è troppo e io ne so qualcosa, ma conosco Mario so che è un bravo ragazzo e spero che dimostri il suo valore.

Chi arriva prima tra Roma e Napoli?
Siamo attrezzati per fare bene. Cavani è più forte di me, sarà una bellissima partita e uno spettacolo per la gente. Abbiamo una squadra forte e possiamo arrivare prima del Napoli.

Chi vince la classifica cannonieri?
Speriamo Osvaldo… (ride) Sarebbe un sogno per me, ma non sono ossessionato, non è la cosa più importante.

Dopo un anno di Roma cosa hai capito?
Sapevo dove arrivavo, in una grande squadra. Sapevo di questa grande responsabilità.

Cosa pensi della sospensione della partita di ieri?
Non ci posso credere che sia successo nel 2013, hanno fatto bene.

Roma è il tuo presente ti senti di dire che sarà il tuo futuro?
Me lo auguro, io sto bene qui, ma dicono che voglio sempre andare via, forse a qualcuno do fastidio e mi vogliono mandare via, non parlo della Roma, ma io sto qua.