Roma Calcio » AS Roma News » As Roma, La conferenza stampa di Andreazzoli

As Roma, La conferenza stampa di Andreazzoli

Le parole del mister giallorosso a poche ore dalla sfida di Bergamo

Aurelio Andreazzoli

Aurelio Andreazzoli

AS ROMA CONFERENZA STAMPA ANDREAZZOLI / ASROMALIVE.IT – Consueta conferenza pre-partita per Aurelio Andreazzoli alla vigilia del match contro l’Atalanta. Partita che, ci si augura, continui sulla scia positiva inaugurata sabato contro la Juventus sebbene la Roma dovrà fare a meno di Totti e De Rossi e dovrà fare i conti con le avverse condizioni meteo.

Cosa ha chiesto alla squadra?

Di continuare sui presupposti della scorsa settimana. I ragazzi sono consapevoli di quello che devono fare e lo hanno fatto.

Un tweet della società ha detto che non sono interessati a un allenatore. Che idea si è fatto?

C’è la possibilità che rimanga, mi fa piacere. Non è il mio obiettivo questo momento, ma di arrivare dove mi sono prefisso.

Con l’Atalanta è sempre difficile. La squadra può giocare senza De Rossi e Totti?

Sono importanti, però la squadra mi ha fatto vedere che più che puntare sulle individualità punta sul collettivo che sa quello che vuole e lo dimostra tutti i giorni. Abbiamo alternato sconfitte a vittorie in maniera successiva, il campo è ostico. 

Che idea si è fatto di questa storia dello sceicco?

Sono vicende che non ci riguardano, sono decisioni della società. Noi pensiamo a raggiungere gli obiettivi, senza porci particolari domande. Se e quando ci saranno notizie certe, risponderanno i dirigenti.

La squadra è stata motivata da un video. Dopo la vittoria contro la Juve, sono cambiate le motivazioni? Sono cambiati gli obiettivi?

Non ne abbiamo parlato, è inutile fare progetti non relativi alla settimana in corso. La partita contro la Juve ti dà delle convinzioni, ha valore, le motivazioni sono le solite, ma le convinzioni mutano. Si lavora meglio.

Come sta Stekelenburg psicologicamente? E Goicoechea?

Stekelenburg è felice, si vede, lavora con soddisfazione. Ma lo stesso gli altri due portieri: come sempre lavorano con partecipazione e attenzione. Ho parlato con Mauro, è sereno perchè ha sempre fatto il suo dovere. Lui era sereno anche quando non è stato fortunato, era sereno perchè si era allenato bene e questo gli fa onore. Ha la coscienza a posto, ha commesso un errore, come li commettono i suoi compagni.

Peserà il fattore campo sulla formazione? Chi tira il rigore se ci sarà?

Sulla seconda non ci ho pensato, lo decideremo prima della partita. Il campo è una considerazione che farò, il terreno è stato ri-zollato, è più morbido. Dovremmo stare attenti anche a questo aspetto.

Come ha trovato Balzaretti questa settimana?

Benissimo, come tutti i compagni. Stamani andavano frenati, non stimolati. Tutti quanti.

Come sta vedendo Florenzi e Tachtsidis?

Benissimo, veramente. E’ un problema di scelte, sono penalizzati come altri cui non riuscirò a dare soddisfazioni. Tutti sarebbero meritevoli di spazio e ribalta.

Teme un calo di concentrazione?

Assolutamente no.

Come ha visto Dodò e Nico Lopez?

Bene Dodò, ha risolto il problema alla schiena, il ginocchio è in via di risoluzione, bisogna riprendere il giusto ritmo. E’ disponibile. Lopez bene, un po’ meno bene appena rientrato, ma è normale. Questa settimana molto bene, gli ultimi due tre giorni benissimo.