Roma Calcio » AS Roma News » Non Solo Roma - Notizie delle altre squadre » Motogp: fulmine Pedrosa nei test di Sepang, Rossi quinto

Motogp: fulmine Pedrosa nei test di Sepang, Rossi quinto

Davanti  i soliti nomi, le Ducati faticano

Daniel Pedrosa sulla sua Honda

Daniel Pedrosa sulla sua Honda

MOTOGP PEDROSA /ASROMALIVE.IT – La prima giornata di test della MotoGP sulla pista malese di Sepang è stata disturbata dalla pioggia. Alle 15 ora locale un forte temporale ha fermato il lavoro di sviluppo dei team presenti al completo. Tra i più attivi in pista, Dani Pedrosa è stato nuovamente il pilota più rapido anche se i suoi tempi (2’01″580) sono lontani da quelli fatti segnare nel primo test di tre settimane fa.

Lo spagnolo vice campione del mondo ha lavorato su sospensioni e geometrie della sua RC213V lasciando ai prossimi due giorni le simulazioni di gara previste per questo pomeriggio. A tre decimi il connazionale Jorge Lorenzo con la Yamaha Factory. Anche per il campione del mondo lavoro limitato a causa delle condizioni meteo, con il maiorchino che ha preceduto Marc Marquez a meno di mezzo secondo. Il pilota della Repsol Honda numero 93 ha avuto qualche difficoltà in più in questa prima giornata rischiando in un’occasione la caduta. Per tutti difficile misurarsi con l’asfalto decisamente più scivoloso rispetto alla tre giorni precedente.

Quinto tempo per Valentino Rossi sull’altra Yamaha Factory. Il pesarese ha lavorato con la moto 2012 utilizzando un solo treno di gomme che ha preservato per il prototipo 2013. Per lui un miglior tempo di 2’02″028 che lo pone alle spalle di Stefan Bradl (LCR Honda), ultimo capace di correre sotto i 2’01. Per il tedesco molto lavoro con sospensioni e freni, alla ricerca di un feeling ancora non perfetto.

Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech3) e Alvaro Bautista (Go&Fun Gresini) completano la top7 e sono gli ultimi ad accusare meno di un secondo dalla vetta: per l’inglese sono 6 i decimi da recuperare, appena uno in piu’ per il pilota di Talavera de la Reina. Tra i migliori dieci anche le Ducati ufficiali di Andrea Dovizioso, in ripresa e capace di accusare un ritardo secondo e due decimi da Pedrosa e Nicky Hayden e Bradley Smith (Monster Yamaha Tech3). In CRT domina ancora una volta Aleix Espargaró (Power Electronics Aspar) 12º davanti alle Pramac di Ben Spies e Andrea Iannone, mentre il primo rivale del campione di categoria e’ Hiroshi Aoyama (Blusens Avintia) con Randy de Puniet a seguire.

Dopo il quinto tempo ottenuto a Sepang, Valentino Rossi spiega il lavoro fatto: “Il primo giorno non è andato male, ma sono stato sfortunato perché ho avuto un problema con la moto proprio mentre provavo il nuovo telaio. Così ho dovuto fermarmi e usare la moto vecchia. In questi test usiamo solo un tipo di gomma e il mio passo e i tempi sul giro non sono male. Aspettavamo il pomeriggio per fare altro lavoro, ma la pioggia ci ha fermato”Il campione di Tavullia conclude: “Continueremo mercoledì, ma se pioverà ancora faremo dei giri per provare sul bagnato”.

Forte di un buon secondo posto, Jorge Lorenzo si è concentrato sulle prestazioni: “Abbiamo provato a migliorare il setting di base. Abbiamo modificato alcune cose, ma niente di speciale. Dobbiamo migliorare un po’ in accelerazione, ma per il momento non è facile. Visto che il tracciato è molto più scivoloso del primo test di inizio mese, inoltre la pioggia ha lasciato la pista in condizioni peggiori”.

Dani Pedrosa si prende ancora una volta la testa della classifica di giornata nei test di Sepang: “Abbiamo continuato a provare, uscendo spesso e concentrandoci sulle sospensioni. Abbiamo anche lavorato un po’ sull’elettronica, ma il tracciato non è al 100% dopo le piogge dei giorni scorsi. Comunque siamo andati bene. Nel pomeriggio quando ha piovuto, abbiamo fatto qualche giro sul bagnato. Mercoledì continueremo con il nostro programma”.

Terzo, ma a un soffio da Lorenzo, Marc Marquez continua il suo lavoro di apprendistato nella top class: “Siamo andati abbastanza bene. E’ un peccato che la pista sia così scivolosa (una piccola scivolata per lo spagnolo. ndr) , perché non abbiamo potuto raccogliere tutti i dati di cui avevamo bisogno. Poi nel pomeriggio ha piovuto proprio quando avevamo tanto lavoro da fare. Speriamo sia meglio mercoledì, con più grip e meno pioggia. Il nostro obiettivo è provare dei long run e fare tanti giri, per fare esperienza e testare tutte le cose che abbiamo in sospeso”.