Roma Calcio » AS Roma News » Trofeo di Viareggio, la Roma dilaga nel finale e passa il turno

Trofeo di Viareggio, la Roma dilaga nel finale e passa il turno

La partita contro i ragazzi di Ciccio Graziani termina 6-1

viareggio

TROFEO VIAREGGIO / ASROMALIVE.IT – Giornata decisiva per la Roma al Trofeo di Viareggio. A Larderello serve una vittoria con largo scarto per passare  agli ottavi di finale. Ecco le formazioni delle due squadre (curiosamente l’allenatore degli americani è Ciccio Graziani).

AS ROMA (4-2-3-1) : Švedkauskas; Somma (67′ Battaglia), Capradossi, Calabresi, Sammartino; Cittadino, Adamo (52′ Marciel); Ricci F. (59′ Ferri), Bumbă (78′ Verde), Frediani (C) (67′ Musto); Ferrante.
A disp.: Zonfrilli, Marchegiani, Carboni, Rosato, Yamnaine, Pagliarini.
All.: De Rossi.

LONG ISLAND NY UNITED SC (4-1-4-1) : Gaffary; Sandoval, Romanowski, Martinez F., Tissot (75′ Mitrani); Gaetan (76′ Nowowiesky); Tinari (C) (60′ Nason), Eagan, Cortez, Polley (68′ McIllwain); Rosero.
A disp.: Martinez C., Mosqueira, Tsiokas, Montufar, Zoumbare, Jeong Ho, Santos, Mauro.
All.: Graziani.

Il divario tra le due formazioni appare palese sin da subito anche se è la sfortuna a farla da padrone. Solo al 27′ arriva il gol giallorosso: calcio di rigore perfetto battuto da Federico Ricci seguito a un fallo di mano in area. nel finale di prima frazione (41′) ecco il raddoppio: Bumba serve alla perfezione Ferrante che batte il portiere in uscita.

Però il distacco e il numero di reti segnate non bastano, serve un altro gol (senza subirne). A sorpresa però, dopo l’ora di gioco Cortez segna su rigore il gol del 2-1 (fallo di Sammartino). Dunque servono altri due gol, ma il tempo stringe e il rischio di una beffa è dietro l’angolo. All’82’ Ferri risveglia un po’ tutti segnando con il destro dopo il cross di Battaglia. Lo stesso Ferri poi all’86’ segna su cross di Verde regalando gli ottavi alla Roma, che poi dilaga grazie a Musto di testa su lancio di Cittadino. nel quarto minuto di recupero lo stesso Musto griffa la sua personale doppietta, punendo oltremodo gli americani.

Valerio De Santis