Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » As Roma, Borghi: “La rosa della Roma è la migliore dopo quella della Juve”

As Roma, Borghi: “La rosa della Roma è la migliore dopo quella della Juve”

Totti merita solo complimenti e ammirazione“, parola del noto giornalista di Sportitalia

AS Roma v Genoa CFC - Serie A

AS ROMA BORGHI / ASROMALIVE.IT – Si è dilungato a parlare della Roma il giornalista di Sportitalia Stefano Borghi, noto giornalista di Sportitalia.

Queste le sue parole a sportnews.eu:

Con l’arrivo di Andreazzoli la Roma è rientrata nella lotta Champions. Secondo lei può raggiungere questo traguardo?
Sarà una bellissima volata per il terzo posto e, con questo tipo di convinzione, la Roma può ambire a rientrarci. La mia convinzione è che i giallorossi abbiano una rosa decisamente competitiva, forse la migliore dopo la Juventus però in questa stagione sono stati commessi tanti errori (da parte di tutti, non solo di Zeman) e ora la strada da recuperare non è poca. In ogni caso mi pare lampante che lo spirito della squadra sia cambiato, che ci sia molta più convinzione e consapevolezza nei propri mezzi“.

Sulla lotta per il terzo posto, quali sono per lei le favorite?
Qui si rischia di fare una brutta figura, perché questa previsione è realmente impossibile… ricordate quanto fu folle la volata per il terzo posto nella scorsa stagione? Comunque mi sembra che, per stato di forma, risorse e andamento stagionale, ora il Milan abbia i favoriti del pronostico anche in virtù del risultato nel recente scontro diretto contro la Lazio, che fino ad ora è stata la formazione più regolare e che rimane la prima antagonista dei rossoneri. Però queste due squadre sono anche molto orientate alle rispettive competizioni internazionali, per cui potrebbero pagare un po’ di fatica, per questo vede le possibilità di rientro soprattutto per la Roma, meno per l’Inter che ha grandi giocatori in gradi di dare, come individualità, delle spinte decisive, ma che allo stesso tempo palesa delle significative lacune sia strutturali che di gestione. Mi piacerebbe vedere in lotta fino alla fine anche la Fiorentina, perché il nuovo progetto viola è estremamente accattivante e molto ben sviluppato, però forse il terzo posto al primo anno è qualcosa di un po’ troppo alto, dunque direi che i viola potrebbero (di molto) accontentarsi di una qualificazione all’Europa League”.

In questi giorni si è parlato di un possibile ritorno di Francesco Totti in Nazionale. Un suo giudizio su questa notizia e sul record raggiunto dal capitano giallorosso.
Mi sorprenderebbe, non perché non ritenga Totti un giocatore da Nazionale, quanto perché credo che Prandelli abbia un progetto già delineato. Le parole per quanto fatto qui dal Capitano della Roma sono esclusivamente lusinghiere: segnare 225 gol in Serie A vuol dire essere dei campioni assoluti, oltretutto Francesco Totti ha sempre saputo rappresentare al meglio la propria gente e fornire un esempio apprezzabile, per cui merita solo complimenti ed ammirazione“.