Roma Calcio » AS Roma News » Diario del Giorno, buone notizie per Marquinhos e Torosidis. Al Qaddumi si difende

Diario del Giorno, buone notizie per Marquinhos e Torosidis. Al Qaddumi si difende

Le principali notizie di oggi in casa Roma: la situazioni degli infortunati, gli sviluppi sul marchio, la visita di Lamela a Rebibbia

Un'immagine della tifoseria giallorossa

Un’immagine della tifoseria giallorossa

DIARIO DEL GIORNO NOTIZIE MARQUINHOS TOROSIDIS AL QADDUMI / ASROMALIVE.IT – La giornata, in casa Roma, è stata all’insegna di notizie buone e meno buone. Iniziando da quelle positive, in vista del match contro il Parma, Andreazzoli può sorridere. Oggi Marquinhos è tornato ad allenarsi in gruppo (almeno nella prima parte dell’allenamento a Trigoria) e potrebbe recuperare in tempo. Stesso discorso per Torosidis: gli esami strumentali a cui si è sottoposto oggi, infatti, hanno evidenziato soltanto un affaticamento muscolare. Per quanto riguarda Pjanic, invece, il suo ritorno in campo non è previsto prima del 30 marzo prossimo, quando la Roma affronterà il Palermo in trasferta. In serata, la società ha diffuso un comunicato medico in cui si evince che Pablo Daniel Osvaldo è vittima di un’infiammazione al ginocchio: l’italo-argentino, infatti, non era presente alla seduta odierna d’allenamento. Tuttavia, questi discorsi lasciano il tempo che trovano perché ancora non è certo che la Roma giocherà domenica sera: come ormai si sa, infatti, la gara contro il Parma è a rischio rinvio. La decisione dovrebbe essere presa entro il prossimo giovedì.

La trattativa con Al Qaddumi. Le cattive notizie riguardano, invece, l’assetto societario. Secondo il Sole24Ore, infatti, la Roma avrebbe una perdita di 26,1 milioni di euro nella stagione in corso. Non essendoci continuità aziendale, la situazione, tuttavia, non è punibile né dalla Consob né dalla Figc. Secondo il quotidiano rosa, servirebbe un’imminente capitalizzazione e l’ingresso dello sceicco Al Qaddumi acquisirebbe, in tal senso, ancora maggiore importanza. Dal canto suo, oggi, il discusso investitore ha spedito un documento top-secret alla sede dell’emittente radiofonica Centro Suono Sport, dove ha chiarito il suo status finanziario e le manovre sul proprio capitale. Nel medesimo documento, lo sceicco ha smentito un articolo odierno del Messaggero poco convinto dei suoi averi. “Questo documento è molto chiaro e smentisce completamente l’articolo del Messaggero. È la centrale rischi che dicono sull’articolo (l’Eurisk). C’è scritto che non c’è nessuna sofferenza, tutto è a zero” ha scritto Al Qaddumi.

Verso l’accordo con la Nike? Intanto, oggi sono circolate ancora voci sul marchio che vestirà la Roma nella prossima stagione. In mattinata si sono fatti due nomi: Asics e Nike. Poi, però, nel primo pomeriggio, Asromalive.it ha raccolto alcune indiscrezioni secondo cui la società giallorossa sarebbe molto vicina all’accordo con la seconda delle due. E’ stato anche il giorno dell’inaugurazione dell’A.S.Roma Club Away, ovvero della special card che permetterà ai tifosi di seguire la squadra in trasferta anche senza tessera del tifoso.

Mercato: spunta ancora il nome di Pioli. “Mazzarri vuole la Roma ma, al momento, la Roma non vuole Mazzarri“. Queste sono le parole del giornalista Mimmo Ferretti sull’edizione odierna del Messaggero. Secondo il giornalista, infatti, la società di Trigoria starebbe pensando, qualora le cose andassero per il visto giusto, se dare o meno un’opportunità ad Andreazzoli. Ferretti, però, ha anche affermato che, nella testa di Sabatini, ci sarebbe anche il nome di Stefano Pioli. Oggi sono circolate in rete anche alcune dichiarazioni di Dusan Basta, terzino dell’Udinese nelle mire della squadra capitolina, che avrebbe affermato: “Verrei a Roma a piedi“. In realtà, però, poi, il giocatore ha smentito queste parole attraverso il sito ufficiale della propria squadra, ribadendo di stare benissimo a Udine, pur essendo lusingato dall’offerta della Roma.

Una giornata particolare. Stamattina Erik Lamela ha fatto visita ai detenuti del carcere di Rebibbia organizzata dall’associazione Gruppo Idee nell’ambito di una serie di incontri per far conoscere personalità d’esempio ai carcerati. Il numero 8 della Roma ha visitato alcune celle, ha parlato con alcuni detenuti e gli è stato regalato uno stemma di legno con il lupetto. Poi l’evento si è concluso con il taglio di una torta giallorossa. All’uscita dal carcere, Lamela ha affermato: “Sono contento di aver fatto visita ad un posto come questo per regalare un sorriso a tante persone“.

Marco Pennacchia