Roma Calcio » AS Roma News » Roma, Adani: “Romagnoli un predestinato? E’ presto per dirlo ma i segnali sono importanti”

Roma, Adani: “Romagnoli un predestinato? E’ presto per dirlo ma i segnali sono importanti”

L’ex giocatore oggi opinionista, dice la sua

Alessio Romagnoli esulta dopo il primo gol in serie A

Alessio Romagnoli esulta dopo il primo gol in serie A

ADANI / ASROMALIVE.IT – Daniele Adani, ex giocatore professionista e seconda voce Sky, ha rilasciato queste dichiarazioni a “Te la do io Tokyo”, in onda su Centro Suono Sport.

La Roma come difende?
Sui calci d’angolo la Roma difende a uomo ma quando si marca a uomo ci sono 2-3 posizioni che marcano a zona. Anche quando si marca a uomo ci sono un paio di elementi a zona. Sui calci d’angolo la Roma sta marcando a uomo tanto è vero che ci sono stati degli scontri particolari corpo a corpo domenica con il Genoa.

Da difensore centrale, cosa ne pensi di Romagnoli? E’ un predestinato?

Presto per dirlo, i segnali sono importanti. Ha saputo occupare bene la sua zona ed uscire bene con i tempi giusti, la sua prestazione bene e il gol, questi sono segnali importanti. Quello che stupisce è che non è rimasto scottato dall’esordio, è stato un bel segnale.

Dall’infortunio di Pjanic, ti aspettavi Bradley o Florenzi?

Condivido la scelta di Bradley, in questo sistema di gioco è un giocatore che dà equilibrio, l’ingresso di Bradley poteva liberare di più De Rossi. Un tattico come Bradley sarebbe stato utile anche a Udine solo che è squalificato.

Accanto a De Rossi Florenzi quindi?

Florenzi ha la capacità di ricoprire più ruoli, può fare il ruolo di Bradley se limita i suoi inserimenti, se riesce a bilanciare la fase offensiva a quella difensiva può farlo, visto che non è più mezzala.

Futuro allenatore, meglio Mazzarri o Allegri?

Io sono per la continuità, Andreazzoli ha dimostrato di saper allenare, che è una persona degna e sarebbe stato in grado di allenare si sapeva, lui è una certezza. Se dobbiamo andare al nome roboante, più Allegri che Mazzarri. La Roma è votata al possesso palla, ai giocatori giovani e Allegri sta dimostrando di ottenere. Comunque come cadi cadi, cadi in piedi. Conta adattare il sistema di gioco ai giocatori che hai, chi è schiavo di un modulo lo reputo un limite.

Esiste un erede di Totti?

Totti non ha eredi, la Roma però potrà vincere anche senza Totti.

Osvaldo argomento del giorno. A cosa attribuisci il suo calo?

L’attaccante se non fa gol perde entusiasmo, a volte sbaglia cose un po’ semplici, ho trovato positivo l’atteggiamento di domenica di Osvaldo, nelle partite precedenti magari era un corpo estraneo, invece mi è sembrato che in una partita come contro il Genoa ha lottato, l’ho trovato presente, questo può essere un buon motivo per una rinascita.

Ruben Botta

E’ un giocatore importante, è esploso nell’ultimo sudamericano, è mancino, da tenere in considerazione. E’ un classe 90 e può ancora crescere.