Roma Calcio » AS Roma News » Roma, la difesa “scadrà” nel 2030

Roma, la difesa “scadrà” nel 2030

Pronti i rinnovi per i gioiellini under 20

Il 18enne Marquinhos

Il 18enne Marquinhos

RINNOVI UNDER 20 / ASROMALIVE.IT -“Marquinhos e Romagnoli hanno talento. Presto potranno soffiare il posto a Burdisso e Castan”. Così parlava Zeman all’inizio del campionato, quando tutti sostenevano che la Roma fosse un po’ “corta” in difesa. Invece la scelta coraggiosa della società è stata premiata: Marquinhos, 1994, e Romagnoli, 1995, sono già due diamanti sgrezzati che hanno attirato l’attenzione del mercato internazionale.

Da questo punto di vista il progetto è stato lungimirante: Marquinhos e Romagnoli rappresentano una garanzia per quindici-vent’anni di Roma. Peraltro sono due difensori perfettamente integrabili: un destro e un mancino, uno scattante e l’altro poderoso, uno timido e l’altro estroverso, uno educato e l’altro pure. Hanno anche la scadenza contrattuale in comune, il 2015, e presto verranno blindati perché resistano al fascino della moneta e delle vittorie facili. “La Roma ha fatto tanto per me, non penso assolutamente di lasciarla” ha detto Marquinhos dopo una delle sue tante grandi partite, a Bergamo, spegnendo con una lucidità adulta le indiscrezioni sull’interessamento di Manchester City, Barcellona e Bayern.
Romagnoli si augura di essere confermato dopo l’exploit di domenica scorsa. Castan si sta riprendendo, è ormai pronto a tornare in campo, ma chissà cosa deciderà Andreazzoli: se è vero che non esistono più le vecchie gerarchie, nel testa a testa Romagnoli ha la possibilità di giocarsi le sue carte.
In prospettiva, i cuccioli che non raggiungono insieme l’età di Totti saranno il patrimonio e la continuità tecnica della Roma: potenzialmente sono la soluzione di tutti i problemi difensivi della squadra, di qualunque squadra venga costruita, fino al 2030. Marquinhos, pagato poco più di cinque milioni, vale già almeno il triplo. Romagnoli, prodotto del settore giovanile, potrebbe essere facilmente rivenduto a 5-6 milioni dopo una sola partita da titolare in serie A.