Roma Calcio » AS Roma News » Roma, le pagelle dei quotidiani

Roma, le pagelle dei quotidiani

Quattro quotidiani presi in esame per la partita di ieri

Erik Lamela in gol anche ieri sera

Erik Lamela in gol anche ieri sera

PAGELLE / ASROMALIVE.IT – Ecco le pagelle assegnate ai giocatori della Roma dai vari quotidiani presi in esame in riferimento alla gara di ieri sera Udinese-Roma 1-1.

IL MESSAGGERO pagelle a cura di Mimmo Ferretti

STEKELENBURG 5
Bello il tuffo a destra su Di Natale, nel primo tempo. Imperdonabile, però, farsi passare il pallone tra le gambe sul tiro-gol di Muriel.
PIRIS 6
Centrale di destra nella difesa a tre, si giova della collaborazione di Torosidis.
BURDISSO 4,5
Nell’azione del gol di Muriel va a terra, in scivolata, con eccessiva leggerezza dando via libera all’avversario. Erroraccio.
CASTAN 6
Torna dopo l’infortunio, in alcune circostanze appare un po’ troppo macchinoso. Tiene la posizione, però, e alla fine non sfigura.
TOROSIDIS 6,5
Esterno nel centrocampo a quattro, conta i passi quando attacca e non perde mai di vista Piris se/quando c’è bisogno di collaborazione in difesa. Non la smette mai di attaccare, punta l’area avversaria sempre con pericolosità.
DE ROSSI 6
Regista difensivo della Roma, tampona tanto ma – nel primo tempo – sbaglia parecchio (troppo) quando molla gli ormeggi e va in avanti. Ripresa più da centrale puro, con meno sbavature.
PERROTTA 6
Sta alla sinistra di De Rossi, tiene la posizione, gioca di tattica e va ad attaccare tutti i portatori di palla di Guidolin. Con la Roma 3-5-2 si sposta e chiude a sinistra.
MARQUINHO 5,5
Troppo timido su Basta, forse preoccupato della fase di non possesso. Così la sua spinta in avanti diventa quasi invisibile. Anche nella ripresa, giocata davvero maluccio.
LAMELA 6
Rapido, opportunista quando deve deviare nella porta dell’Udinese il pallone del vantaggio della Roma (gol n.12 in campionato). L’unico suo lampo.
FLORENZI 5,5
Giostra da trequartista e, servito due volte al bacio da Totti, tira in entrambi i casi addosso a Brkic. Nel secondo caso, se non altro, propizia la rete di Lamela. Corre tanto, sbaglia tanto anche quando passa a fare l’intermedio.
TOTTI 6,5
Teoricamente è il centravanti della squadra, in realtà è il regista offensivo della Roma. Disegna parabole, regala assist con scioltezza assoluta. Il cambio con Osvaldo non dà ragione ad Andreazzoli.
OSVALDO 4,5
Per Totti: ha un’occasione clamorosa allo scadere, ma la spreca in maniera imbarazzante.
LOPEZ ng
Entra per Florenzi a pochi minuti dalla fine nella speranza di chiudere con una vittoria: non la prende mai.
BALZARETTI ng
Al posto di Marquinho, dà l’assist non sfruttato a Osvaldo.
ANDREAZZOLI 5,5
Conferma il 3-4-2-1 cambiando alcuni interpreti poi, con la Roma ancora in vantaggio, passa al 3-5-2 togliendo Totti. E non riesce a sfruttare la superiorità numerica nel finale.
GUIDA 4
Arbitro davvero scarso. Le tre ammonizioni per simulazione sono apparse eccessive. Da rivedere i due episodi da rigore per la Roma, entrambi per falli su Torosidis.

IL TEMPO pagelle a cura di Alessandro Austini

Stekelenburg 5

Reattivo sul primo tiro di Di Natale «sporcato» da Castan. Nella ripresa blocca il tentativo di Maicosuel, ma si fa sorprendere sotto le gambe da Muriel: errore che pesa come un macigno.

Piris 6

Porta a casa un’altra pagnotta con la solita prestazione non brillante ma di grande sacrificio.

Burdisso 5

Bene fino all’azione del pareggio: sbaglia la lettura dell’azione e va a terra inutilmente. Così Muriel ha tutto il tempo per aggiustarsi il tiro del pareggio.

Castan 6

Al rientro dopo l’infortunio ma non si vede: è il più sicuro là dietro, di fisico e d’astuzia.

Torosidis 5.5

Rinuncia quasi del tutto a spingere e ha colpe sul gol di Muriel. A quel punto si sveglia e prova a scuotere la Roma. Si procura anche un rigore che solo Guida non vede e per poco non trova il jolly con un cross sbagliato.

De Rossi 5

Ti aspetti di vederlo crescere e invece fa un passo indietro. Ancora lontanissimo da una condizione psicofisica accettabile, sbaglia tanto e non si avvicina neppure agli standard che ci si aspetterebbe da un giocatore come lui.

Perrotta 6

Fa il mediano accanto a De Rossi con applicazione e polmoni invidiabili vista l’età. Bravo a recuperare palloni, molto meno a impostare ma non gli si può chiedere di più

Marquinho 5

Deve controllare Basta e ripartire. Fa malino entrambe le cose e perde le staffe per una punizione che Lamela non gli fa tirare. Un brutto gesto che serve solo a innervosire la Roma, il cambio arriva puntuale.

Lamela 5.5

Parte bene con il gol del vantaggio da attaccante, ma finisce lì. Sbatte continuamente sul muro dell’Udinese, incaponendosi in iniziative personali.

Florenzi 6.5

Da trequartista diventa subito l’uomo più pericoloso della Roma. Sbaglia due gol ma il secondo errore propizia il vantaggio. Su di lui il fallo che lascia l’Udinese in dieci.

Nico Lopez sv

Dentro per l’assalto finale, non tocca palla.

Balzaretti sv

Ha il tempo per servire un assist a Osvaldo che spreca.

Andreazzoli 5

Gestione perfetta per un’ora, poi una sostituzione inspiegabile che a conti fatti costa due punti: togliere Totti per mettere questo Osvaldo ha davvero poco senso.

GAZZETTA DELLO SPORT pagelle a cura di Massimo Cecchini

STEKELENBURG 5,5 Strana la vita. In avvio su Di Natale sembra l’Olandese Volante, sulla rete di Muriel pare il gemello sfortunato che non piaceva a Zeman.
PIRIS 5,5 Continuano le ripetizioni da centrale: latita sul gol.
BURDISSO 5,5 Meglio l’estetica o la concretezza? Nicolas non ha dubbi e spazza, però il ritardo su Muriel lo condanna.
CASTAN 6 Al rientro dopo l’infortunio, fa il suo dovere.
TOROSIDIS 6 È un greco che non ama le tragedie, per questo spinge e cerca il gol. Gli negano un rigore, ma sbaglia anche lui sul pari.
DE ROSSI 5,5 Prosegue la sua ricerca del tempo perduto stavolta prendendo le chiavi del centrocampo, ma non brilla.
PERROTTA 6 Alla prima da titolare parte bene e finisce in calo.
MARQUINHO 6,5 Stavolta limita le incursioni però c’è sempre. (Balzaretti s.v.)
LAMELA Un anno fa Osvaldo gli mise le mani addosso trattandolo da ragazzino, adesso segna il 12° gol e diventa il cannoniere di campionato. Difetti? Ancora troppe pause.
FLORENZI 6,5 Sciupa una buona occasione in avvio, però corre e dà sempre profondità alla squadra. (Lopez s.v.)
TOTTI 6,5 Si traveste da attore non protagonista innescando l’azione del vantaggio e lanciando bene Florenzi poi, nervoso, viene sostituito a sorpresa.
OSVALDO 5 Si vede che la panchina non gli fa bene: entra confuso e si divora il gol partita.
All. ANDREAZZOLI 5,5 Perché sostituire Totti? Se la squadra iniziale aveva una logica, per strada la perde.

CORRIERE DELLO SPORT pagelle a cura di Alberto Ghiacci

Stekelenburg 5,5
Dopo 4’ chiude si allunga benissimo sul destro di Di Natale. Gioca con sicurezza ma sul gol di Muriel si fa infilare sotto le gambe.

Piris 6

Tra i tre difensori centrali è quello che partecipa di più alla manovra offensiva. Sbaglia anche lui nell’azione del gol.

Burdisso 5,5

La Roma è ben coperta e lui dirige le operazioni e detta i tempi. Si fa beffare da Muriel in occasione del pari.

Castan 6

Al rientro dopo un mese fatica un po’ a prendere le misure. Nel primo tempo aspetta un po’ troppo per calciare via il pallone.

Torosidis 6

Ormai è un titolare inamovibile. Sulla destra va avanti e indietro senza sosta. Rendimento costante assicurato ma sul pari bianconero va a vuoto anche lui.

De Rossi 5,5

Si piazza in mezzo al campo e prova a gestire il gioco. Ancora un po’ in affanno dà comunque equilibrio grazie a corsa e senso tattico.

Perrotta 6

Fa da spalla a De Rossi e si impegna fino all’ultima goccia di sudore.

Marquinho 5,5

Un po’ in affanno di fronte alle avanzate di Basta.

Lamela 6,5

Ha soprattutto il merito di segnare il gol che sblocca la situazione. Con la 12ª rete è il miglior marcatore della Roma in campionato.

Florenzi 6,5

Sul fronte d’attacco non si ferma un secondo. Con i suoi tagli cerca gli assist di Totti ma quando arrivano è impreciso e sfortunato. Quando c’è da difendere non si risparmia.

Totti 7

Finto centravanti gioca molto sulla trequarti avversaria. Si gestisce alla grande, distribuisce mille palloni ai compagni, è quasi il terminale dei tempi di Spalletti. Ammonito per un colpo a Danilo, esce dopo un quarto d’ora della ripresa.

Osvaldo 5 (16′ st)

Entra bene in partita ma si mangia clamorosamente il gol da tre punti.

Andreazzoli 5,5 (All.)

Rinuncia ad Osvaldo e schiera la sua Roma, attenta ed efficace. Nel secondo tempo passa al 3-5-2 per difendere il vantaggio ma sbaglia a togliere Totti. Muriel, un minuto dopo, gli rovina definitivamente la serata e ne ferma la striscia di vittorie consecutive a tre.

L’arbitro

Guida 5,5 – Azzecca l’espulsione di Heurtaux. Non è aiutato dall’arbitro d’area Rizzoli nella ripresa quando non fischia su due interventi in area bianconera ai danni di Torosidis. Sul secondo, quando il rigore poteva starci, ammonisce il romanista per simulazione.