Roma Calcio » AS Roma News » Giudice Sportivo, il granata Basha salta la sfida con la Roma. Lamela entra in diffida

Giudice Sportivo, il granata Basha salta la sfida con la Roma. Lamela entra in diffida

Stupiscono le tre giornate a Balotelli

Le decisioni del Giudice Sportivo

Le decisioni del Giudice Sportivo

GIUDICE SPORTIVO / ASROMALIVE.IT – Sono arrivate poco fa le decisioni del Giudice Sportivo Giampaolo Tosel dopo il 31° turno di campionato, conclusosi ieri sera con il derby Roma-Lazio. Fanno scalpore le tre giornate di squalifica inflitte al milanista Balotelli, reo di aver insultato il guardalinee durante l’ultima gara di domenica contro la Fiorentina.

Nessuno squalificato in casa Roma per il prossimo turno, quando affronterà il Torino di Ventura, che invece dovrà fare a meno del mediano Basha, fermato per un turno. Entra in diffida Erik Lamela, ieri sera ammonito dopo uno scontro con Cana e giunto alla settima sanzione stagionale.

Le decisioni del Giudice Tosel:

Tre giornate: Raimondi, Carmona (Atalanta), Balotelli (Milan).

Una giornata: Biava, Radu, Lulić (Lazio), Rizzo, Bjarnason (Pescara), Tomović (Fiorentina), Basha (Torino), Schelotto (Inter), Cigarini (Atalanta), Di Natale, Benatia (Udinese), Nainggolan (Cagliari), Parolo (Parma), Jokić (Chievo Verona).

Settima sanzione (entrata in diffida): Lamela

Sesta sanzione: Castán.

Quinta sanzione: Pjanić e De Rossi.

Ammenda di € 3.000,00 : alla Soc. ROMA per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, lanciato nel recinto di giuoco quattro bengala; entità della sanzione attenuata ex art. 14 comma 5 in relazione all’art. 13 comma 1 lettere a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le forze dell’ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 3.000,00 : alla Soc. LAZIO per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, lanciato nel recinto di giuoco tre bengala; entità della sanzione attenuata ex art. 14 comma 5 in relazione all’art. 13 comma 1 lettere a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le forze dell’ordine a fini preventivi e di vigilanza.