Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Esclusiva AsRomaLive.it, intervista a Dario Canovi: “Per la panchina il favorito era Mazzarri, ma Allegri è tornato in lizza”

Esclusiva AsRomaLive.it, intervista a Dario Canovi: “Per la panchina il favorito era Mazzarri, ma Allegri è tornato in lizza”

Intervista all’esperto agente di mercato sulla situazione Roma

Dario Canovi con i figli Simone e Alessandro

Dario Canovi con i figli Simone e Alessandro

ESCLUSIVA INTERVISTA CANOVI / ASROMALIVE.IT – Molte le questioni che tengono banco in casa Roma riguardo al futuro della squadra capitolina negli ultimi giorni. La redazione di AsRomaLive.it ha voluto ascoltare e proporvi il parere esperto dell’agente di mercato Dario Canovi, da sempre a stretto contatto con la realtà romana e con il calciomercato italiano ed internazionale. Ecco l’intervista che ci ha concesso in esclusiva:

Dott. Canovi, in casa Roma tiene banco la questione relativa al prossimo allenatore. Le chiedo a bruciapelo: chi vede come favorito nella corsa alla panchina?

Fino a ieri avrei detto senza troppi dubbi Mazzarri, visto che per giorni è stato indicato come il favorito della società. Oggi non so più cosa pensare, visto che Allegri pare tornato prepotentemente in lizza. Non dico che sia in pole, ma ha serie possibilità di diventare il nuovo allenatore della Roma, soprattutto dopo ciò che ha detto Berlusconi“.

Per l’appunto le parole di Berlusconi di ieri sera, che spingono Allegri virtualmente a Trigoria, quanto possono essere reali?

Non so che pensare, però è davvero strano che un personaggio come Berlusconi utilizzi parole così sicure e di forte impatto riguardo al proprio allenatore. Non so se è stata una battuta, ma evidentemente conoscerà bene la situazione visto che si tratta del tecnico che guida la sua società da tre anni“.

Mercato: quali tra i calciatori dell’attuale rosa giallorossa hanno più mercato all’estero? E’ reale l’interesse di alcune big per Lamela, Marcos e Pjanic?

Non sono il loro procuratore ma è chiaro che calciatori così talentuosi abbiano delle richieste da società ricche e virtuose. Anche gente come Osvaldo e Stekelenburg per esempio possono piacere all’estero. Non so se ci siano stati dei contatti concreti con altre squadre ma di certo sono giocatori che possono muovere il mercato“.

Che tipo di calciatori servono a suo parere alla Roma per fare il salto di qualità?

Credo dipenderà in primis da chi sarà il futuro allenatore della Roma. Dipende se sarà Mazzarri o Allegri o magari qualcun’altro. La prima cosa a cui dovrà pensare il club è certamente scegliere un tecnico di spessore, poi sarà lui a decidere le priorità sul mercato. Ad esempio serve a mio parere un difensore centrale affidabile; a Mazzarri servirebbe uno abile nella difesa a tre, mentre per Allegri un altro in grado più di giocare a quattro“.

Ci può fare un nome ideale per la difesa?

Uno che mi piace è Andreas Granqvist del Genoa, non solo perché insieme a Dahlin ne detengo la procura in Italia, ma soprattutto perché ha continuità, dà sicurezza alla squadra e ha sempre un rendimento alto. E’ solo un suggerimento, ma io lo prenderei di corsa per qualsiasi squadra“.

Intervista realizzata da Keivan Karimi