Roma Calcio » AS Roma News » Roma – Napoli, le pagelle. Destro torna al gol, Burdisso di nuovo leader

Roma – Napoli, le pagelle. Destro torna al gol, Burdisso di nuovo leader

I voti all’ultima prestazione in campionato

Destro e Marquinho

Destro e Marquinho

ROMA NAPOLI PAGELLE / ASROMALIVE.IT – La vittoria sul Napoli di stasera non serve a molto alla Roma, che dovrà ora pensare alla finale di coppa di domenica prossima con la Lazio per puntare all’ingresso in Europa League. Questi i voti dopo il 2-1 sui partenopei.

Le pagelle dei giallorossi:

LOBONT 5,5 – Non troppo impegnato, ma esce male nel finale sulla punizione di Dzemaili regalando a Cavani la palla del 2-1.

TOROSIDIS 6 – Partita discreta, messa in discussione da un problema muscolare occorsogli nel finale del primo tempo. Dal 67′ PIRIS 6 – Nessun problema nel disimpegnarsi sulla fascia.

BURDISSO 6,5 – Gioca da leader con la fascia di capitano al braccio. Forse un congedo dal pubblico dell’Olimpico.

CASTAN 7 – Preciso ed affidabile, annulla Cavani per circa 80′. Entra come parte attiva nell’azione del vantaggio giallorossa.

DODO’ 6,5 – In netta crescita, abile nello scatto e nelle chiusure con decisione. Dall’ 80′ PERROTTA 6 – Un plauso per la sua lunga carriera giallorossa.

BRADLEY 7 – In grande spolvero come domenica scorsa a San Siro, giocasse così anche il derby la Roma avrebbe trovato una certezza in mezzo al campo.

TACHTSIDIS 6 – Inizia con timidezza ed in maniera lenta, cresce nel finale.

LAMELA 6,5 – Sbaglia tanto in fase conclusiva, ma i due assist vincenti fanno capire quanto sia decisivo.

PJANIC 5,5 – Non trova mai la posizione, si vede solo su calcio piazzato. Dal 76′ FLORENZI 5,5 – Molta corsa ma anche tanta imprecisione.

MARQUINHO 7 – Sempre nel vivo dell’azione, impreziosisce la sua prestazione con il gol del vantaggio.

DESTRO 6,5 – Si vede poco, ma quando entra nel vivo è sempre pericoloso. Palo nel primo tempo, si rifà nella ripresa con una splendida giocata vincente.

ANDREAZZOLI 6,5 – Trova la Roma giusta a giochi ormai fatti. Bavo a motivare chi ha giocato di meno in campionato, ma non convince la scelta di Pjanic sulla trequarti.

Keivan Karimi