Roma Calcio » AS Roma News » Roma, rebus terzini: Piris bocciato, Torosidis nel dimenticatoio. Serve un grande colpo?

Roma, rebus terzini: Piris bocciato, Torosidis nel dimenticatoio. Serve un grande colpo?

Molta confusione sulla fascia destra

Il ds giallorosso Walter Sabatini

Il ds giallorosso Walter Sabatini

ROMA TERZINI PIRIS TOROSIDIS / ASROMALIVE.IT – Il mercato della Roma si sta sviluppando senza fretta, probabilmente con la volontà di muoversi con calma e con accuratezza, senza sprecare soldi invano e valutando tutte le ipotesi sia in entrata che in uscita; il ds Sabatini dovrà presumibilmente fare un investimento importante sulla fascia destra difensiva, visto che di certezze ve ne sono poche al momento.

Il paraguayano Ivan Piris, portato proprio dal direttore sportivo un anno fa, tornerà al Depor Maldonado dopo una stagione altalenante e poco incoraggiante, che conferma la bocciatura di questo colpo mancato. L’altro laterale, il greco Torosidis, è considerato un discreto elemento per la rosa ma non come titolare fisso, vista la vena discontinua mostrata nei sei mesi fin qui disputati nella capitale.

Ma al momento di nomi importanti per la fascia destra non se ne parla troppo; il più gettonato era il brasiliano Wallace, talento di proprietà Chelsea ma che arriverebbe solo in prestito e senza quell’esperienza giusta per imporsi. Piaceva il francese Sebastien Corchia, sotto contratto con il Sochaux ed indicato da Garcia come esterno ideale, ma è arrivato prima il Lione a blindarlo. Altro nome fattibile sulla carta è quello del tedesco Jung dell’Eintracht Francoforte, ma le alte pretese del club di appartenenza hanno rallenatato i movimenti.

Resta il fatto che Sabatini ha l’obbligo quasi sistematico di consegnare a Rudi Garcia un terzino destro di alto livello per la sua nuova Roma, che abbia almeno il pedigree giusto per fare il titolare immediatamente.

Keivan Karimi