Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Esclusiva AsRomaLive.it, Arnuzzo (ag.Fifa): “Jedvaj forte fisicamente ma ancora acerbo. Mi ricorda Domizzi”

Esclusiva AsRomaLive.it, Arnuzzo (ag.Fifa): “Jedvaj forte fisicamente ma ancora acerbo. Mi ricorda Domizzi”

Intervista in esclusiva all’agente che cura i rapporti tra i talenti croati e l’Italia

Il neo acquisto giallorosso Jedvaj

Il neo acquisto giallorosso Jedvaj

ESCLUSIVA ARNUZZO JEDVAJ / ASROMALIVE.IT – La Roma mette a segno il suo secondo colpo di mercato in entrata ufficializzando l’acquisto di Tin Jedvaj, difensore croato classe ’95 proveniente dalla Dinamo Zagabria. Un acquisto per la difesa in prospettiva futura, visto che si tratta di un ragazzo non ancora maggiorenne ma di cui si parla un gran bene. Per conoscerlo un pò meglio, la redazione di AsRomaLive.it ha intervistato in esclusiva l’agente Gianluca Arnuzzo, procuratore e grande esperto in materia di talenti provenienti dalla Croazia e dalla penisola balcanica in generale:

Gianluca parlaci di Jedvaj; che tipo di giocatore è?

Intanto c’è da dire che il suo trasferimento dalla Dinamo alla Roma è stato ufficializzato ieri sera. E’ un difensore centrale, classe ‘95, molto forte fisicamente ma secondo me ancora un pò acerbo per la Serie A italiana. Sono convinto, anche da quello che ha detto il suo agente tempo fa, che andrà a fare esperienza da qualche altra parte. Il trasferimento al Tottenham è saltato proprio perché gli inglesi lo volevano acquistare ma poi lasciarlo parcheggiato a Zagabria un altro anno; il suo entourage non ha accettato“.

Quali sono le sue caratteristiche migliori?

Come dicevo è un ragazzo molto alto, già forte fisicamente, bravo nei colpi di testa e meno palla al piede. Però sicuramente nei duelli uno contro uno si sa far valere ottimamente“.

Ti ricorda qualche calciatore già noto in particolare?

Se devo fare un nome direi che mi ricorda molto Maurizio Domizzi, il difensore mancino dell’Udinese. Fisicamente è simile ed ha più o meno gli stessi riflessi“.

Pare che la Roma lo abbia acquistato per 5 milioni più bonus. E’ una valutazione giusta?

Faccio una rettifica: il costo reale dell’operazione è di 6 milioni più bonus. Devo dire comunque che come investimento per il futuro è un acquisto che rientra bene nei canoni tecnici, ma riguardo ai soldi spesi ora forse è una valutazione eccessiva. Come spesa iniziale non è sicuramente poco“.

Ci sai dire se ci sono altri talenti croati che la Roma ha seguito recentemente?

So che alla Roma piaceva un calciatore di cui detengo la procura, ovvero Niko Datkovic, un difensore del ’93 che però gioca nel Rijeka, altro club del campionato croato. Però dopo l’acquisto di Jedvaj si sono esauriti i contatti”.

Cosa ci dici invece di due talenti assoluti come Rebic e Halilovic?

Rebic è un buon attaccante, che aveva ricevuto una proposta interessante dal Parma. Il suo costo si aggira sui 4,5 milioni di euro, direi una valutazione giusta per le qualità di questo giocatore. Al momento però è stato dichiarato dal suo club fuori mercato. Per quanto riguarda Halilovic sappiamo che era ad un passo dal Tottenham, la Dinamo aveva accettato l’offerta per il cartellino, ma il ragazzo non ha trovato l’accordo con gli inglesi; gli offrivano 800 mila euro di ingaggio annui più una casa, lui ha risposto di volere almeno 1 milione più la casa e l’iscrizione ad una scuola di Londra per i suoi due fratelli. La trattativa è saltata, ed ora si parla di un interesse dell’Arsenal. E’ difficile che questi club possano accontentare calciatori come Halilovic, ma sicuramente è talmente bravo che non resterà a lungo alla Dinamo“.

Intervista realizzata da Keivan Karimi

“”