Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Esclusiva AsRomaLive.it, Procopio (ag.Fifa): “Troppi 20 mln per Strootman. La Roma ha un organico da vertice, l’incognita è l’allenatore”

Esclusiva AsRomaLive.it, Procopio (ag.Fifa): “Troppi 20 mln per Strootman. La Roma ha un organico da vertice, l’incognita è l’allenatore”

Intervista all’agente Fifa esperto di calcio italiano e non solo

Kevin Strootman a Riscone

Kevin Strootman a Riscone

ESCLUSIVA INTERVISTA PROCOPIO / ASROMALIVE.IT – Sta per cominciare l’ultimo mese della sessione estiva di calciomercato, ma pare che il grosso delle trattative sia già stato concluso dalla maggior parte delle squadre di Serie A. Molto attiva la Roma, considerata una mina vagante per la prossima stagione. La redazione di AsRomaLive.it ha voluto intervistare Vincenzo Procopio, agente Fifa che ci ha dato un parere sui colpi dell’estate e sul prossimo campionato italiano:

Sig. Procopio, le chiedo subito un parere su Strootman. Sappiamo che lo segue da tempo…

Sì è vero, lo seguo da alcuni anni, l’ho sempre considerato un buon giocatore. Lo definirei una sorte di De Rossi ma più lento. E’ un ottimo metronomo di centrocampo, ma rispetto al vice capitano della Roma ha meno impulso e meno dinamismo, però è un calciatore grintoso, di ottima prospettiva”.

Ritiene giusta la valutazione di quasi 20 milioni per il suo cartellino?

In effetti no, la trovo eccessiva. Vi dirò che sono simpatizzante del Milan, e so che a Galliani fu proposto Strootman dai suoi amici olandesi, come Van Basten e Rijkaard. Lo hanno descritto come un elemento di valore e al dirigente rossonero piaceva molto, però il problema riguardava appunto il costo del cartellino, il Psv ha chiesto troppo. 20 milioni sono un azzardo, credo che la valutazione reale fosse massimo 13-14 milioni, però spero che li varrà tutti“.

Un altro talento del campionato olandese piace a molti club, ovvero Eriksen dell’Ajax. Che ci dice su di lui?

Anche lui è stato in orbita Milan recentemente. E’ un buon giocatore, brevilineo e molto abile nel dribling, anche se forse troppo leggero per il nostro campionato. Come valore tecnico non è secondo a Mertens, l’ultimo colpo del Napoli; non so se ad oggi club italiani sono sulle sue tracce, però potrebbe rappresentare un buon colpo in entrata“.

Secondo lei chi ha fatto finora il colpo migliore sul mercato tra le big italiane?

Se devo fare un nome dico sicuramente Tevez per la Juventus. E’ quel calciatore di carattere e di qualità che servivà a Conte, ha grande talento e forza, così importante che può persino vincere le partite da solo se vuole. Anche Higuain per il Napoli è un grande acquisto, anche se non è all’altezza di Cavani. La Fiorentina mi piace, ha preso Mario Gomez che era l’elemento giusto per completare l’organico. Ma ripeto, da innamorato di Tevez dico che è lui il colpo migliore finora”.

Chiudiamo con un giudizio sulla Roma. Che prospettive può avere per il nuovo campionato?

Mi voglio sbilanciare: secondo me la Roma ha in prospettiva l’organico migliore del campionato. E’ una squadra forte e piena di talenti, dispiace per l’addio di Marquinhos ma credo abbia fatto benissimo a cederlo a quelle cifre. Il problema resta sempre l’allenatore, è l’ennesima scommessa, dopo il fallimento di Luis Enrique prima, poi di Zeman che andava seguito al 100% e non è stato fatto. Il rammarico è che la Roma aveva uno come Montella in casa propria e l’ha mandato via. Con lui sarebbero arrivati risultati assolutamente migliori“.

Nel complesso il mercato giallorosso la convince?

Non so se faranno altri colpi, ma credo abbiano completato la rosa: in difesa sono messi bene, il centrocampo è forte. In attacco se non va via Osvaldo la squadra è davvero forte. Ripeto, l’incognita resta l’allenatore, ma la rosa c’è. Pensate soltanto che uno come Allegri aveva la Roma come prima scelta qualora avesse rotto con il Milan“.

Intervista realizzata da Keivan Karimi