Roma Calcio » AS Roma News » As Roma, Maicon: “Qui mi hanno voluto con il cuore e questo è importante”

As Roma, Maicon: “Qui mi hanno voluto con il cuore e questo è importante”

Il terzino ha voglia di rimettersi in gioco e di contribuire a raggiungere obiettivi prestigiosi

Maicon

Maicon

AS ROMA CONFERENZA STAMPA MAICON / ASROMALIVE.IT – Il neoacquisto Maicon oggi è stato presentato ufficialmente in giallorosso. Queste le sue parole presso la sala stampa di Trigoria.

Quali emozioni vissute all’Open Day di ieri?
La squadra può contare sui tifosi, è stata un’emozione particolare, hanno dimostrato che hanno ancora fiducia in questa squadra dopo un’annata andata così.

De Sanctis ha elogiato molto il lavoro di Garcia, come è stato il tuo approccio con lui?
Mi ha dato tanta fiducia, mi ha chiamato quando sono arrivato e mi ha detto che mi cercava, in Francia ha fatto bene speriamo si ripeta con noi.

C’è una partita tra poco da giocare a Livorno, la Roma come farà a vincerla?
Stiamo lavorando per vincerla, ma arriveremo in gran forma per fare una gara grandissima.

Come è rimanere un anno senza Europa?
Ho già vissuto un anno così nella mia ex squadra e non è bello però ho l’obiettivo di portare la Roma dove deve stare.

Con i compagni avete parlato delle polemiche che ci furono nel 2008 sugli “aiutini” all’Inter?
No, mi hanno accolto molto bene qui, li ringrazio, dal primo giorno mi hanno voluto bene. Quello scudetto lo abbiamo vinto sul campo.

Pensi che l’anno scorso la squadra sia mancata nella personalità?
Io ero in Inghilterra, ma con i nuovi arrivi speriamo di dare il nostro contributo. Secondo me però alla Roma non è mai mancata la personalità.

Che effetto ti fa leggere che l’Inter cambierà padrone e non ci sarà più Moratti?
Moratti è stato un papà per me, saprà lui cosa fare sicuramente.

Hai già avuto modo di fissare degli obiettivi, dove può arrivare questa Roma?
Dobbiamo pensare partita per partita, se dico che possiamo vincere lo scudetto o altro non sarebbe giusto. Mi fido dei miei compagni e faremo di tutto per stare tra i primi tre.

Hai dedicato lo scudetto a De Rossi quando eri all’Inter…
No, gli dissi che lo avevamo meritato noi perchè eravamo in testa da inizio stagione.

In tanti ti hanno definito una scommessa…
No, non devo provare niente a nessuno, devo dimostrare in campo.

Ieri è apparso uno striscione in curva sud con riferimento al 26 maggio. Come ha reagito la squadra allo striscione? Sei pronto a prendere lo spogliatoio per mano?
E’ un grande spogliatoio e sarà difficile prenderlo per mano. Dobbiamo metterci in mente che dobbiamo far cambiare obiettivo.

Come stai, sei già pronto? Perchè hai scelto la Roma?
Mi hanno voluto con il cuore, e per un giocatore è importante. Io sono pronto, a disposizione.

La società ti ha dato rassicurazione sulla competitività della rosa?
Non c’è bisogno, per quanto riguarda i i giocatori che non ci saranno più toccherà all’allenatore trovare la soluzione.

Come ti trovi a giocare con Totti?
E’ un grande campione, non ci sono parole per definirlo, sono contento di giocare a fianco a lui e speriamo di fare una grande stagione.