Roma Calcio » AS Roma News » Roma, di nuovo a casa con difesa e attacco da decifrare

Roma, di nuovo a casa con difesa e attacco da decifrare

I giallorossi avranno due settimane di tempo per prepararsi al meglio ma ci sono ancora delle questioni da sistemare

Rudi Garcia

Rudi Garcia

ROMA CASA DIFESA ATTACCO DECIFRARE / ASROMALIVE.IT – La Roma è tornata a Fiumicino. Garcia ha concesso due giorni di riposo ai suoi ma, da mercoledì, si tornerà a lavorare seriamente: il 25 agosto prossimo, i giallorossi saranno attesi dal primo impegno in campionato contro il Livorno. In nottata è arrivata la prima sconfitta per Rudi Garcia per opera del Chelsea di Mourinho. Tuttavia, la prestazione della Roma non è stata male ma ci sono due punti principali su cui il tecnico francese e la dirigenza dovranno riflettere.

La difesa – La squadra, in queste amichevoli precampionato ha sempre subìto gol. C’è da dire che questa è la terza rivoluzione in tre anni del reparto arretrato giallorosso. Ovvio, quindi, che manchi un certo feeling tra i giocatori. Molti di loro, infatti, sono nuovi, a partire da coloro che dovrebbero essere titolari: De Sanctis, Maicon, Benatia. C’è poi Jedvaj, il quale, probabilmente, partirà dalla panchina. Insomma, c’è bisogno di tempo per assimilare gli schemi di Garcia e per intendersi con chi invece è presente a Trigria da più tempo, come Castan e Balzaretti.

L’attacco – La Roma ha segnato undici gol in queste prime uscite ma più della metà (sei) sono arrivate da centrocampisti. Inoltre, da qui fino al 2 settembre, il reparto avanzato romanista potrebbe subire ulteriori modifiche: Osvaldo e Borriello sono sul mercato ma, strano a dirsi, risulta difficile venderli. L’italoargentino, infatti, vorrebbe l’Inter o il Napoli. La Roma preferirebbe cederlo all’estero ma il giocatore ha rifiutato diverse offerte. Per quanto riguarda Borriello, il problema è il suo ingaggio elevato: difficile trovare una squadra capace di offrirgli la stessa cifra. Chi ci rimette, in questa situazione, è proprio Rudi Garcia che potrebbe ritrovarsi, all’ultimo con due risorse in meno e magari con un nuovo elemento che avrà pochissimo tempo per ambientarsi.