Roma Calcio » AS Roma News » CONFERENZA STAMPA Rudi Garcia: “Una squadra non si fa in due mesi, ci vuole tanto lavoro. Dobbiamo gestire meglio il ritmo partita”

CONFERENZA STAMPA Rudi Garcia: “Una squadra non si fa in due mesi, ci vuole tanto lavoro. Dobbiamo gestire meglio il ritmo partita”

Rudi Garcia

Rudi Garcia

Nel dopo gara tra Parma e Roma il tecnico francese dei giallorossi ha parlato durante la consueta stampa. Ecco di seguito le parole di Rudi Garcia:

“E’ sempre difficile vincere una partita fuori casa, specie se gli avversari stanno vincendo all’intervallo”.

Sofferenza sulle fasce, una scelta lasciare questo spazio o approccio sbagliato?

“Dovevamo prendere in mano il gioco all’inizio, sapevamo che il Parma fa molte azioni sulle fasce, nel primo tempo hanno fatto 13 cross. Abbiamo perso troppe palle, dobbiamo essere più sereni e girare la palla. Il primo tempo non mi è piaciuto. Nel secondo, con più movimento e un gioco più semplice, è andato molto meglio”.

Roma con grande qualità ovunque. Come ha fatto ha raggiungere tutta questa attenzione tattica?

“E’ importante che i giocatori siano impegnati con il progetto di gioco. Abbiamo tanto lavoro, una squadra non si fa in due mesi. Ma sono giocatori intelligenti, hanno imparato in fretta. Abbiamo visto più identità di gioco nel secondo tempo”.

Come sarà affrontare da capolista la settimana del derby

“Abbiamo visto che la testa della squadra era al parma, e mi è piaciuto. Adesso c’è il derby, si parlerà molto di questo ma c’è tempo, ora godiamoci questa vittoria fuori casa”.

Vittoria meritata? Come ha visto il Parma?

“Il Parma è una squadra che lavora bene, hanno giocatori importanti come i due attaccanti. Hanno giocato con molta forza. E’ stato importante mantenere la serenità. Dopo lo 0-1 la squadra è rimasta tranquilla e sicura del suo gioco. E’ più facile essere davanti, ma quando l’avversario vince mi piace che la squadra abbia la possibilità di pareggiare. Non abbiamo vinto con 11 giocatori, ma con tutta la rosa, ci tengo a sottolinearlo”.

Manca forse un po’ di pazienza?

“Dobbiamo gestire meglio il ritmo partita, nel primo tempo dovevamo avere più movimento e giocare più semplicemente. Il gol di Florenzi arriva dopo l’intervallo, ma nel secondo tempo la squadra ha giocato il calcio che mi piace di più”.