Roma Calcio » AS Roma News » Mercato Roma, Vergani ag.Fifa: “Ljajic ottimo giocatore ma è stato strapagato”

Mercato Roma, Vergani ag.Fifa: “Ljajic ottimo giocatore ma è stato strapagato”

Le dichiarazioni dell’agente Fifa Filippo Vergani sulle operazioni della Roma nel mercato estivo

Ljajic durante il suo primo  allenamento giallorosso

Ljajic durante il suo primo allenamento giallorosso

MERCATO ROMA VERGANI AG.FIFA LJAJIC OTTIMO GIOCATORE STRAPAGATO / ASROMALIVE.IT – L’agente Fifa Filippo Vergani ha espresso la propria opinione sulle mosse di mercato della Roma, concentrandosi principalmente sulla vendita di Lamela e l’acquisto di Ljajic. Queste le sue parole:

La cessione di Lamela era già nei piani o è stata improvvisa?

Non era nei piani: è successo semplicemente che il Tottenham ha capito di poter chiudere l’operazione Bale, e a quel punto aveva i soldi per andare a caccia di Lamela. A quel punto la Roma ha dovuto rifletterci: non puoi non farlo quando le cifre sono quelle. Tuttavia…“.

Tuttavia?

L’ho sempre detto: se una squadra ha un progetto ci deve credere. C’era un progetto impostato sui giovani, e allora perché non vendere altri giocatori? Per questo è stato un errore cedere Lamela“.

Però è arrivato Ljajić…

Un ottimo giocatore, e tecnicamente la sostituzione ci sta tutta. Ljajić è addirittura più forte di Jovetic, ma ha un difetto: va pungolato e spinto perché renda al massimo. E’ un giocatore indolente che, come Vučinić e Jovetić, tendono a sparire per un certo periodo, e poi magari ti risolvono una partita in cinque minuti. Il punto è: a Roma non te lo puoi permettere“.

Per via della piazza?

Proprio così. Conosciamo bene la pressione della capitale: se giochi bene sei un eroe, se sbagli due partite non sei nessuno e ti contestano. Avrei visto meglio Ljajić al Milan, una società perfetta per lui; e poi un’altra cosa, il vero affare l’ha fatto la Fiorentina vendendolo“.

Come mai?

Con il contratto in scadenza nel 2014, 11 milioni più 4 di bonus sono tantissimi: la Roma l’ha strapagato, potendolo prendere tra un anno a costo zero. Perciò tecnicamente l’operazione sta in piedi, la grande plusvalenza c’è stata, ma per altri fattori non lo avrei mai cambiato con Lamela“.

Parlavi prima di altri giocatori da vendere: a chi ti riferivi?

Principalmente a De Rossi, che ha 30 anni e non fa parte del progetto giovani. Resta un ottimo giocatore ed è pur vero che, dalle cessioni di Marquinhos e Lamela, la Roma ha incassato 70 milioni di euro, ma il punto è che, se vuoi vincere, dei 70 milioni non te ne fai niente. Ecco perché sarebbe stato meglio tenere i giovani e, nel caso, vendere piuttosto De Rossi

Fonte: ilsussidiario.net