Roma Calcio » AS Roma News » AS ROMA Garcia: “Penso che i dettagli siano molto importanti, possono cambiare un risultato o anche una stagione intera” (VIDEO)

AS ROMA Garcia: “Penso che i dettagli siano molto importanti, possono cambiare un risultato o anche una stagione intera” (VIDEO)

Il tecnico francese Rudi Garcia

Il tecnico francese Rudi Garcia

Rudi Garcia, si è raccontato in un’ intervista offerta alla Rai, non mancando di parlare del bel momentache sta vivendo la Roma. Queste le sue parole

GUARDA IL VIDEO

Complimenti per l’italiano. Questo la dice lunga sulla sua determinazione.
Penso che per il rispetto dei tifosi italiani, quando uno arriva in un paese, fosse importante imparare velocemente la lingua.

Si parla molto di lei. Le fanno piacere i complimenti?

Anche troppo. Spero che sarà lo stesso alla fine della stagione. Sarà molto più importante.

Come si gestisce l’euforia?

Tranquillamente, per fortuna ho una rosa con ragazzi intelligenti. Sanno che c’è tanto da fare.

Francese con origini spagnole. E’ legato alle sue origini?

Si sono latino, per questo tutto va bene in Italia.

Rudi, come un grande campione di ciclismo. Le piace andare in bicicletta?

Così così, preferisco giocare al calcio.

Che allenatore è? Come si definisce?

E’ difficile parlare della mia persona, meglio chiederlo agli altri. Io guardo sempre in avanti, è la cosa più importante. Quello che più mi piace è vedere la gioia dei miei giocatori quando facciamo un gol.

Allenatore a 360°.

Penso che i dettagli siano molto importanti, possono cambiare un risultato o anche una stagione intera. Non sono capace di vedere al futuro, come nessuno, però di intervenire si.

In Francia l’hanno definita come Mourinho, in Italia come Capello. Che effetto le fa?

Anche qui in Italia ci sono tanti grandi allenatori. Io ho il mio metodo di lavoro ma la cosa più importante sono i giocatori. Quello che voglio è che stiano completamente nel progetto di gioco, così si fanno le cose: collettivamente. La parola collettivo è importante per me, il gruppo sopra a tutto.

Arrivato ha detto “non temo niente”

L’ambiente era molto negativo intorno alla squadra. Ho sentito anche insulti ma questo non è il calcio: il calcio è andare a vedere la partita con la famiglia, i bambini. Essere tifosi è una bella cosa, ma sempre nel rispetto.

Fonte: Rai.tv