Roma Calcio » AS Roma News » AS ROMA Minuti giocati: la spina dorsale giallorossa è inossidabile

AS ROMA Minuti giocati: la spina dorsale giallorossa è inossidabile

La formazione anti-Inter

La formazione anti-Inter

Il portiere, i due difensori centrali e il centrocampista di riferimento: di questi Rudi Garcia non si è mai privato nelle prime sette giornate (e vittorie) di campionato. Nemmeno per un istante. Tradotto: De Sanctis, Benatia, Castan e De Rossi sono i giocatori più utilizzati dal tecnico francese. Minuti in campo 630, schierati sempre dall’inizio e mai sostituiti. Quando si dice che la spina dorsale di una squadra – portiere, difensore, centrocampista e attaccante – è il segreto di ogni successo, l’allenatore ex Lille ha seguito (quasi) alla lettera questa regola non scritta del mondo del calcio. Dopo di loro c’è Balzaretti, che se non fosse stato per l’espulsione nella ripresa dell’ultima gara contro l’Inter avrebbe eguagliato i compagni sopra citati (619′). A centrocampo Pjanic (568′) s’è visto più di Strootman (514′), ma l’olandese ha saltato l’esordio a Livorno per infortunio. Il bosniaco, dal canto suo, su 7 presenze dall’inizio registra 4 sostituzioni.

L’utilizzo degli attaccanti merita un discorso a parte: Borriello, Caprari, Destro, Florenzi, Gervinho, Ljajic, Totti più Marquinho (contro la Sampdoria schierato nel tridente in avanti) hanno giocato quasi tutti con regolarità. Gli unici due a non aver visto ancora il campo sono il giovane Caprari e l’infortunato Destro. La rotazione delle punte avviene soprattutto all’interno dei 90 minuti di gioco, non a caso Garcia ha sempre sostituito almeno un elemento in avanti: 2 su 3 in Livorno-Roma, 1 su 3 in Roma-Verona, 3 su 3 in Parma-Roma, 2 su 3 in Roma-Lazio, 2 su 3 in Sampdoria-Roma, 2 su 3 in Roma-Bologna, 2 su 3 in Inter-Roma. Il più presente del reparto avanzato è Totti con 544 minuti all’attivo (6 volte partito da titolare, 1 dalla panchina). Da sottolineare il dato su Florenzi, capocannoniere della rosa con 4 gol: in 6 occasioni su 7 è partito dal primo minuto e nelle stesse 6 è stato sempre cambiato, diventando così il calciatore più sostituito. Per lui 405′ sul terreno di gioco. Chi, invece, non è mai stato utilizzato dall’inizio, ma è stato il più delle volte chiamato all’opera in corso è Taddei, subentrato in 5 match e totalizzando 70 minuti. Curiosità finale: sui 19 giocatori in campo fino a oggi, 9 sono andati a segno. Se togliamo l’estremo difensore De Sanctis, è la metà esatta.

Fonte:Asroma.it