Roma Calcio » AS Roma News » MERCATO ROMA Alberti: “Per Paredes bisogna chiudere ora, il prezzo è di 15/18 milioni”

MERCATO ROMA Alberti: “Per Paredes bisogna chiudere ora, il prezzo è di 15/18 milioni”

Leandro Paredes

Leandro Paredes

Josè Alberti, noto mediatore di mercato ed esperto di calcio sudamericano, ha parlato del mercato giallorosso e in particolare di Paredes:

Sabatini avrebbe già bloccato Paredes. E’ un’operazione per gennaio o per giugno?

“Penso che il Boca Junior ha bisogno di soldi liquidi, se si farà subito è meglio per la Roma perché dopo ci sarà il Mondiale e il prezzo lieviterà. Se l’Argentina dovesse vincere il Mondiale o fare bene, il costo sarebbe maggiore per la Roma”

Al momento quanto costa il giocatore?

“Si parla di 15-18 milioni di euro, è un prezzo consistente per i club italiani. C’è un pour parler con il Boca Junior, un interessamento concreto della Roma anche se ci sono squadre spagnole e inglesi che lo vogliono, ma le offerte sono ritenute basse. Certamente con queste premesse il giocatore ha un prezzo molto elevato. Se si andrà avanti potrebbe raddoppiare il prezzo, così come è raddoppiato il prezzo di Lamela che con 5 milioni di euro 4 anni si poteva prendere tranquillamente. La Roma con l’argentino ha faccio un grosso affare perché l’ha venduto bene. Il Boca Junior vuole valorizzare la cessione del giocatore in maniera importante. Ricordiamoci che è un talento naturale che può avere un grande futuro in Europa”

In casa Roma si fa il nome di Iturbe. Si può prendere per giugno o si prenderà uno tra Iturbe o Paredes?

“La Roma sta facendo un grande campionato e se il prossimo anno farò la Champions League, potrebbe prenderli anche entrambi perché si dovrà attrezzare per la competizione europea. Con questi due giocatori farebbe il salto di qualità”

Un altro nome ricorrente è Pastore del Paris Saint Germain. Sabatini lo conosce bene e se ne parla in ottica giallorossa. E’ una possibilità?

“Non credo. Pastore l’ho segnalai al Palermo quando giocava nell’Uracan ed i rosanero l’hanno preso per 6 milioni. Io dissi a Zamparini che il giocatore doveva crescere 5 kg in più di muscoli per diventare il più forte di tutti. Purtroppo non ha il fisico per fare determinate prestazioni e il primo anno ha avuto difficoltà. Ora costa molto e non penso che il PSG possa venderlo a meno di quello che l’ha pagato, cioè 40 milioni di euro”

La Roma sta facendo un campionato straordinario. I giallorossi hanno vinto 10 partite e pareggiate due. Se l’aspettava un inizio di stagione così della squadra di Garcia? La Roma può essere l’anti-Juve?

“Io credevo molto in Garcia perché lo conoscevo molto bene, sono stato forse l’unico a dire che la Roma avrebbe fatto un grandissimo campionato. Garcia è un professionista serio, molto preparato e nel precampionato dissi che la Roma come minimo sarebbe arrivata terza e, attualmente, si sta verificando tutto. La Juventus se dovesse uscire dalla Champions League, vincerà lo scudetto senz’altro perché è la squadra più forte e più cattiva. Tra Juventus e Roma ci dovrebbero essere almeno 10 punti di vantaggio per i bianconeri. La Roma manca di cattiveria in alcune circostanze, come ha dimostrato contro il Sassuolo. I giallorossi non sono a livello della Juventus, così come il Napoli. Benitez e Garcia non sono Conte. L’allenatore della Juventus è molto determinato e sprona continuamente la squadra, si fa sentire nello spogliatoio. Garcia è molto “signorile”, e nemmeno Benitez ha la stessa grinta di Conte”

Fonte: asromaradio