Roma Calcio » AS Roma News » ROMA-CHIEVO Le pagelle dei giallorossi

ROMA-CHIEVO Le pagelle dei giallorossi

Borriello

Borriello

Le pagelle dei calciatori della Roma dopo la sfida di oggi vinta per 1-0 contro il Chievo Verona:

DE SANCTIS 6 – Qualche urlo dei suoi, qualche buona uscita. Ma che brividi sul tiraccio di Rigoni…

TOROSIDIS 6,5 – In una partita bloccata come questa serviva più la verve e la classe di Maicon, ma il greco ci mette voglia e continuità.

BENATIA 7 – Pellissier e Paloschi sono avversari scomodi, lui si comporta come al solito da leader.

CASTAN 6,5 – Mezzo punto in meno per la sciocca ammonizione che gli farà saltare il Toro. Comunque ancora combattivo e deciso.

 DODO’ 5,5 – Primo tempo volenteroso, poi va in confusione e sbaglia troppo. Dal 65′ BALZARETTI 6 – Fa il suo compito con mestiere.

PJANIC 6,5 – Sempre nel vivo del gioco, manca un pò di precisione nel passaggio decisivo. Dal 80′ BRADLEY SV

DE ROSSI 7 – La sua posizione davanti alla sua grinta continua ad essere decisiva e fondamentale. In più ci metta la grinta del vero capitano.

STROOTMAN 6,5 – Appare un pò stanco, ma mette sostanza ed intelligenza tattica in mezzo al campo.

MARQUINHO 5,5 – Come Dodò non sfrutta in pieno l’occasione da titolare, fatica a trovare la posizione. Dal 59′ FLORENZI 6,5 – Pronti via subito l’assist vincente a Borriello come biglietto da visita. Tiene bene la posizione.

BORRIELLO 7 – Generoso, per più di un’ora gli tocca l’arduo compito di fare a sportellate con la difesa del Chievo, ma dal cilindro al 67′ estrae un gol da rapace d’area di rigore. Mancava solo lui all’appello delle realizzazioni.

LJAJIC 6 – Agrodolce; alterna giocate d’alta scuola a dettagli poco confortanti. Deve giocare di più con la squadra e cercare meno la finezza.

GARCIA 10 – Voto identico alle sue meraviglie. La Roma comincia a scricchiolare, a soffrire, a subire gli infortuni e la stanchezza, ma la corazzata all’interno è integra e sempre più vincente. L’1-0 di oggi sarà poco brillante ma ha una valenza impressionante per il futuro.

Keivan Karimi

 

Keivan Karimi