Calciomercato Roma, pugno duro Pinto | Il piano esuberi

Calciomercato Roma, ci sono importanti novità sul fronte delle cessioni. Questa, infatti, la scelta ponderata da Pinto per allontanare i tanti “rami secchi”.

tiago pinto roma
Pinto ©GettyImages

In queste prime settimane di giugno, Pinto è già riuscito a mettere alla porta diversi elementi ritenuti non indispensabili da Mourinho. In realtà si è trattato di allontanamenti di giocatori andati in scadenza contrattuale, quali Jesus, Bruno Peres e Mirante.

Questi ultimi rappresentavano solamente tre profili della lunga lista di esuberi presenti in rosa. Molti di questi sono nella Capitale da tempo e, pian piano, hanno perso gerarchie a causa dell’avanzare dell’età o delle infelici condizioni fisiche.

Altri, invece, dopo diverse esperienze in prestito, rientreranno a breve e saranno valutati direttamente dallo Special One. Quest’ultimo, infatti, dovrà stabilire su quali profili valga la pena puntare, al fine di rivalorizzare giocatori finiti ai margini.

Gran parte di questi, però, sono destinati alla partenza dal momento che hanno dimostrato in passato di non essere utili alla causa capitolina e di percepire stipendi spropositati rispetto al loro effettivo valore.

Molti sono approdati all’ombra del Colosseo durante una delle peggiori campagne acquisti degli ultimi anni, quella di Monchi, le cui conseguenze economiche e tecniche si stanno ancora facendo sentire.

La speranza dei dirigenti di Trigoria è che le prestazioni di diversi giocatori impegnati nell’Europeo possano catalizzare le attenzioni di alcuni club italiani o esteri.

Leggi anche –> Calciomercato Roma, rinforzo in mediana | “Contatti costanti”

Calciomercato Roma, il piano anti-esuberi di Pinto

 

Calciomercato Roma, addio Pastore | Le ultime
Javier Pastore ©Getty Images

Ora come ora, solo Justin Kluivert sembra poter quantomeno sperare in una permanenza nel nostro campionato. L’olandese è da tempo apprezzato da Mourinho che deciderà se trattenerlo solo dopo il ritiro.

Altri elementi come Nzonzi, Florenzi, Olsen, Antonucci, Riccardi ma anche Fazio e Pastore sono invece stati annoverati dal Corriere dello Sport come destinati alla partenza. Fatta eccezione per i più giovani, sarà molto difficile piazzarli tutti.

Al di là delle difficoltà squisitamente legate alle trattative con altri club, Pinto ha però elaborato una sorta di piano anti-esuberi, volto a “minacciare” chi non accetti la volontà della dirigenza di cedere chi non rappresenti più una risorsa.

Il dg non vuole che le volontà dei calciatori ostacolino i progetti della Roma e cercherà di mettere i giocatori nelle condizioni di non poter rifiutare eventuali trasferimenti.

Lo scorso anno Fazio e Jesus declinarono a più riprese le diverse offerte recapitate soprattutto dal Genoa. Per tale motivo è stato appurato che chi deciderà di opporsi ad eventuali cessioni sarà messo fuori rosa e costretto ad allenarsi singolarmente, senza nemmeno la possibilità di essere convocato per il ritiro.

Una scelta dura e cinica ma fondamentale e che, forse, testimonia come le volontà dei Friedkin siano seriamente indirizzate a cambiare molte cose, consapevoli che anche i piccoli dettagli possono fare la differenza.