Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Roma – Parma, De Rossi: “il campionato e’ equilibrato e dobbiamo continuare a provarci”

Roma – Parma, De Rossi: “il campionato e’ equilibrato e dobbiamo continuare a provarci”

Il centrocampista giallorosso parla della partita di campionato vinta oggi contro il Parma all’Olimpico

Il centrocampista della Roma De Rossi (Getty Images)

ROMA DANIELE DE ROSSI SERIE A ROMA – PARMA STADIO OLIMPICO ANZHI / ROMA – Daniele De Rossi, centrocampista giallorosso, ha lasciato le seguenti dichiarazioni nel post partita di Roma – Parma in cui parla della vittoria odierna, del rinnovo del suo contratto e delle offerte che gli sono arrivate prima della firma:

Ci ha fatto soffrire  per la firma del contratto

Abbiamo parlato ampiamente in conferenza. Non era facile scegliere, perchè nella fase di stallo pensavo a tante cose. Non era facile andar via o rinunciare a tutto quello che ho, o quello che poteva esserci nel futuro. Se non ci fossero state alternative interessanti non mi sarei posto il problema. Io non ho mai chiesto di essere venduto: il discorso è uscito quando stava per scaderre il contratto. i contratti vanno rinnovati e bisogna anche un po’ strattonarsi per i rinnovi, oltre a fare chiarezza nella propria testa per sapere quello che si vuole”.

 Perchè De Rossi è arrivato a scadenza di contratto?

Un po è stato per me che tendo a non chiedere il rinnovo. Non mi piace fare contratti di 5 anni per poi chiedere dopo un anno di rinnovarlo. Poi anche per vicissitudini societarie non c’era il tempo per parlarne. Totti lo ha fatto? Iera arrivato ad un’età in cui il rinnovo era anche più automatico. Sicuramente arrivare all’ultimo non ha aiutato, almeno la società che si è trovata con le spalle al muro

 Per te era lecito considerare altre soluzioni, ma la cosa positiva è stato che il rinnovo non era condizionato dalla tempistica

Lo dissi ad agosto ed ho parlato con l’allenatore e De La Pena, una grossa perdita a livello tecnico ed umano. Gli ho detto che sarei rimasto, che avrei  aspettato la socità, facendogli sapere come stavano le cose, anche a livello economico. Nel corso della trattativa mi sono immaginato con altre maglie e su altri palcoscenici, a combattere con altre realtà

 Oggi hai toccato mille palloni. Con te in campo è un’altra Roma. Oggi siete al quinto posto. Perchè questa squadra ha il dovere di puntare al terzo posto?

Per organico e valori. Non credo che la nostra squadra sia inferipore ad Udinese e Lazio, squadre eccezionali. Noi con i nostri altii e bassi siamo li. Il campionato è equilibrato e dobbiamo continuare a provarci. Posssiamo vincere con chiunque e abbiamo la fortuna di avere un allenatore che gioca un calcio propositivo

 L’offerta più alta era quella dell’Anhnzi?

Credo che questo sia il lavoro vosto, ma credo sia poco elegante dire “Ho rinunciato a questo”. Non è carino e non è rispettoso nei confronti dei colleghi”.

 

Andrea Tocci