Roma Calcio » AS Roma News » Milan-Roma, Il solito Ibrahimovic ferma la Roma

Milan-Roma, Il solito Ibrahimovic ferma la Roma

Il Milan chiude il primo tempo in svantaggio nonostante 45 minuti di sostanziale predominio. La Roma trova il vantaggio negli ultimi minuti prima dell’intervallo

MILAN ROMA SECONDO TEMPO / MILANO – Il primo tempo si chiude con un gol del bomber della Roma Osvaldo e con una compagine giallorossa in crescita.

FORMAZIONI:

Roma (4-3-1-2): Stekelenburg, Rosi, Kjaer, Heinze, Taddei, De Rossi, Gago, Marquinho, Totti, Borini, Osvaldo.

A disposizione: Curci, José Angel, Perrotta, Simplicio, Pjanic, Bojan, Lamela.

All.: Luis Enrique

Milan: (4-3-1-2): Abbiati, Bonera, Mexes, Zambrotta, Mesbah, Nocerino, Van Bommel, Muntari, Emanuelson, Ibrahimovic, El Shaarawy.

A disposizione: Amelia, Nesta, Aquilani, Boateng, Carmona, Seedorf.

All.: Allegri

 

Cronaca secondo tempo:

1′: Abbiati regala una palla a Totti che solo davanti al portiere sceglie per la soluzione un pallo netto che supera la traversa. Il capitano della Roma si lascia tentare da un goloso cucchiaio sprecando un’occasione d’oro.

2′: El Sharawy al limite dell’area scaglia un tiro centrale che non impensierisce Stekelenburg.

3′: Kjaer dolorante e a terra. Si tocca la cavaglia dopo una botta infertagli da Ibrahimovic. Roma momentaneamente in dieci. Nessun problema serio per il danese.

4′: Marquinho riesce a penetrare in area: il suo sinistro è improvviso e pericoloso, ma Abbiati ci mette una pezza. Avvio di secondo tempo vivace per entrambe le squadre.

6′: calcio di rigore per il Milan a causa di un fallo di mano di De Rossi che dai replay appare netto. Ammonizione di Heinze per proteste: era diffidato quindi salterà il prossimo match.

Ibrahimovic vs Stekelenburg.

Milan-Roma: 1-1

9′: esce Emanuelson ed entra Boateng.

11′: escono Borini e Totti per Bojan e Pjanic dove il bosniaco giocherà da trequartista.

12′: Mesbah ammonito per fallo tattico su Bojan.

Entrambe le squadre sono combattive e molto più reattive rispetto al primo tempo. Il Milan dopo il pareggio ha ripreso fiducia e vuole affondare nella metà campo della Roma.

19′: El Sharawy scatta sulla destra su un contropiede, crossa al centro, ma la difesa della Roma tiene.

I giornalisti di Sky riferiscono che Borini è uscito da campo a causa di un dolore alla coscia dovuto ad una contusione.

24′: azione prolungata della Roma che porta al tiro Gago il cui colpo viene respinto in calcio d’angolo. Nulla di fatto per un fallo di Osvaldo su Boateng.

25′: Kjaer per evitare l’attacco di Mexes passa la palla a Ibrahimovic che trovandosi solo tira a Stekelenburg che salva la porta.

28′: occasione per il Milan. Ibrahimovic spizza di testa e l’indecisione tra Rosi e Kjaer favorisce il rossonero Muntari. Il portiere della Roma la devia quel tanto che basta per mandarla sulla traversa.

Le condizioni del terreno di gioco sono meno buone di quanto si pensava all’inizio della partita e Luis Enrique consiglia a Rosi di non cercare gli stop per via della scivolosità del campo.

31′: punizione a girare di Pjanic, trova Osvaldo che non riesce ad inquadrare la porta.

33′: sostituzione per la Roma. Esce Gago per Lamela e Pjanic scala a centrocampo.

38′: palla lunga del Milan la quale supera la difesa giallorossa e Ibrahimovic trova un pallo netto su Stekelenburg che non arriva in porta, ma consente allo slavo di schiacciare in rete di testa. Errore collettivo della difesa della Roma.

Milan-Roma: 2-1

40′: esce El Sharawy per l’ex giallorosso Alberto Aquilani.

47′: fallo tattico per Muntari su Marquinho. E’ ammonizione per il rossonero.

COMMENTO: il Milan riesce nel secondo tempo, nonostante una buona Roma, a cogliere la vittoria. La squadra di Luis Enrique  prova fino all’ultimo a rovesciare il risultato, ma non è mai cinica sotto porta.

MARCATORI: 38′ Inbrahimovic.

CARTELLINI: 6′ ammonizione di Heinze /12′ ammonizione per Mesbah / 47′ ammonizione per Muntari.

SOSTITUZIONI: 9′ Emanuelson per Boateng / 11′  Totti e Borini per Bojan e Pjanic / 33’Gago per Lamela / 38′ El Sharawy per Aquilani.

NOTE: 4′ di recupero.

 

Sara Mascigrande