Roma Calcio » AS Roma News » Nazionale, Dichiarazione del nostro portiere Buffon

Nazionale, Dichiarazione del nostro portiere Buffon

L’azzurro aggiunge: “Studierò i rigori. Sirigu tra i primi tre”

Le dichiarazioni di Buffon

NAZIONALE CONFERENZA STAMPA / WEB – Non si respira l’aria dei favoriti e dei più forti, ma Gianluigi Buffon è convinto che quest’Italia possa ancora stupire davanti i propri tifosi. Tra questi, ce ne è uno speciale che il portierone bianconero ha voluto subito ricordare e ringraziare come il presidente della Repubblica. Insieme al numero uno bianconero, oggi nella conferenza di Casa Azzurri,  erano presenti gli altri estremi difensori azzurri Sirigu e De Sanctis.

GIANLUIGI BUFFON

NAPOLITANO – “Voglio ringraziare Napolitano che con molto serenità è riuscito a far pervenire messaggi distensivi: ci ha fatto capire che è il nostro primo tifoso. Seguendo la nostra partita, ha visto l’amore con cui giochiamo”.

INGHILTERRA – “Ci sono dei ricordi come quelli di Italia ’90 e altre partite di qualificazioni. Io ho disputato solo due amichevoli, entrambe vinte, ma partite importanti non ne ho mai giocate. Spero che ce ne siano altre, ma spero che questa venga vinta. Loro hanno calciatori forti come Gerrard, Cole e Rooney. Le parole di BonucciL’Italia ha il grande pregio di mettere in equilibrio tutte le partite che poi si decidono con gli episodi. Abbiamo il 50% di possibilità di vincere”.

RIGORI – “Ancora non mi sono preparato, ma stasera io e i miei fedeli compagni cercheremo di guardare un video e studiare. Hart non so invece come si preparerà”.

CASSANO – “Gli ho dato dei consigli perché so che ha delle qualità da leader in campo e fuori. Caratteristiche che lui secondo me sottovaluta”.

GERMANIA-GRECIA – “Ho sempre fatto il tifo per i più deboli. Non a caso sono stato un simpatizzante del Camerun e della Corea, quindi è facile immaginare chi sosterrò stasera”.

PORTIERI FORTI – “Nomino Neuer, ma sicuramente anche chi è seduto accanto a me come Sirigu. La bravura di un portiere sta infatti nel sbagliare il meno possibile, commettere masssimo due-tre errori a stagione”.

FACEBOOK – “Vivo l’epoca dei social network e mi piace scrivere su Fb più di Twitter perchè ho maggiori caratteri a disposizione”.

DE SANCTIS

Io non sono così d’accordo con Bonucci che siamo più forti dell’Inghilterra. Resto fiducioso perché penso che questo gruppo possa battere l’Inghilterra, ma non senza difficoltà: conosco molto bene l’allenatore visto che insieme siamo stati all’Udinese. Immagino quindi che sta preparando la sfida molto bene soprattutto dal punto di vista difensivo. Loro sono poi molto fisici e abbiamo notato la loro fisicità proprio in occasione della sfida”

SIRIGU

Hanno giocatori forti e importanti. Il loro gioco è molto concreto ed è una partita da prendere con le pinze. Abbiamo dei giocatori molto forti in rosa, però la qualità è indecifrabile. Non so dire chi sia più forte, sarà il campo a dirlo”.