Roma Calcio » AS Roma News » Curiosità, Renzi a Marino: “Vi abbiamo venduto Ljajic, ma lo scudetto lo vince la Fiorentina”

Curiosità, Renzi a Marino: “Vi abbiamo venduto Ljajic, ma lo scudetto lo vince la Fiorentina”

Scambio di battute calcistiche tra i sindaci di Firenze e Roma

I sindaci Matteo Renzi (Firenze) e Ignazio Marino (Roma)

I sindaci Matteo Renzi (Firenze) e Ignazio Marino (Roma)

CURIOSITA RENZI MARINO LJAJIC / ASROMALIVE.IT – Durante la visita del sindaco di Firenze Matteo Renzi nella capitale per incontrare il collega Ignazio Marino è arrivato il momento anche di scherzare su argomenti calcistici. Renzi era già venuto nella capitale per sostenere il sindaco di Roma al ballottaggio contro l’ex primo cittadino Gianni Alemanno: in quell’occasione i due avevano trascorso una giornata intera assieme nel quartiere Garbatella. Questa volta, invece, il faccia a faccia con Marino è durato oltre un’ora, poi hanno pranzato insieme dopo la passeggiata in via dei Fori Imperiali. Al tavolo sulla Terrazza Caffarelli in Campidoglio, dove era seduta anche l’assessore capitolino alla Scuola Alessandra Cattoi, avrebbero parlato anche di temi nazionali e ‘congressuali’. Ma entrambi hanno smentito: Marino, sorridendo, ha risposto con un secco ”no” a chi gli chiedeva se avessero affrontato tali argomenti, mentre Renzi ha lasciato piazza del Campidoglio scherzando sui rapporti calcistici tra le due città: ”Vi abbiamo già venduto Ljajic”, ha ricordato, dicendosi sicuro che ”quest’anno lo scudetto lo vince la Fiorentina”. Il primo cittadino della capitale ha definito ”importante la collaborazione con le altre grandi città italiane: ieri ho avuto un lungo colloquio con il sindaco Doria e un mese fa con Giuliano Pisapia, perché credo che i sindaci si debbano confrontare sui tanti e pressanti problemi”. Quanto alla proposta di un patto tra Roma, Firenze e Venezia, rilanciata da Renzi, ”ne riparleremo a Firenze, dove andrò a ottobre, ma credo sia importante stabilire un accordo per valorizzare il patrimonio artistico e culturale delle nostre città”.

Fonte: Repubblica.it