JUVENTUS-ROMA Allegri: “La Roma non ci ha concesso niente. Gara decisa dai singoli”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:37
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri

La Roma continua a non vincere, mentre la Juventus arriva alla undicesima vittoria di seguito. Di seguito le parole di Massimiliano Allegri nel post-partita:

Undicesima vittoria e tre punti importanti per la corsa scudetto per aver eliminato la Roma…
“Era importante vincere contro una buona Roma che non ci ha concesso nulla, queste partite vengono decise dalle giocate dei singoli. Il campionato è lungo nessuno è ancora fuori dalla corsa scudetto”.

Bene anche Barzagli…
“Bella prestazione sua ma anche degli altri difensori. I ragazzi stanno bene e speriamo di continuare così”.

Partita tattica, l’unica colpa che voi dovevate alzare un po’ i ritmi…
“Siamo partiti molto bene ma nei primi 2° minuti c’è mancata un po’ di qualità negli ultimi metri. La Roma comunque si è chiusa bene e non era facile”.

Se non ci fosse Higuain si parlerebbe solo di Dybala…
“Sono due campioni, Higuain sta segnando molto ma Dybala non è da meno”.

Fonte: Radio Rai

___________________

Dybala è già un campione?
“Stasera ha fatto un’altra bella partita, paradossalmente quando la squadra ha fatto bene nei primi 20 minuti c’è mancata proprio la sua qualità. Nella fase di stallo della partita invece l’ha risolta. Ha grandi margini di miglioramento, va lasciato lavorare”.

La vittoria di oggi è cruciale perché ora arriva il Napoli
“L’Inter non è fuori, mancano 17 partite. Vincere tante partite non è facile, i ragazzi sono stati bravissimi, era una partita questa di stasera molto importante, non semplice per noi ma è una di quelle partite dello snodo del campionato”.

Cosa diranno i suoi corteggiatori inglesi?
“Non ho assolutamente corteggiatori, penso solo ad arrivare al 16 maggio per il campionato, il 21 per la Coppa Italia e il 28 per la Champions. Ho un contratto fino al 2017, ma adesso non mi piace parlare di questo perché dobbiamo rimanere concentrati. Veniamo da un sacco di vittorie ma non dobbiamo distrarci e perdere l’equilibrio. Prima eravamo scarsi, l’allenatore non era buono, il mercato era sbagliato: nel calcio ci vuole più equilibrio nei giudizi”.

L’anno prossimo la Juve terrà i suoi gioielli?
“Parlare dell’anno prossimo non ha senso, nel calcio si fa presto a cambiare opinione. Oltre a Pogba e Dybala che sono considerati i gioielli, la Juve ha altri giocatori importanti sia con questa rosa che con i giovani che ha acquistato in questo mercato. L’importante è arrivare a maggio cercando di portare a casa uno o più trofei e poi vedremo”.

La Roma vi ha reso la vita difficile in zona centrale. Cosa hai chiesto alla tua squadra per ovviare?
“Eravamo partiti bene con Marchisio libero poi è stato marcato a uomo da Nainggolan e si era creato un buco dietro ai due mediani ma noi non siamo stati bravi ad occupare quella zona, abbiamo cambiato poco il gioco da destra a sinistra, bisogna migliorare sotto l’aspetto della velocità del gioco e della tecnica cercando di sbagliare di meno e andando ad occupare di più gli spazi”.

Morata?
“Sta tornando sia a livello fisico che mentale quello che è stato l’anno scorso e all’inizio. Non scordiamoci che ha fatto 5 gol di seguito in Champions, sono contento di lui e di Zaza poi devo fare delle scelte, abbiamo tanti impegni”.

Fonte: Mediaset Premium