Atalanta-Roma, Fonseca sfida Gasperini: annuncio in conferenza stampa

Atalanta-Roma, Fonseca sfida Gasperini: l’annuncio dell’allenatore giallorosso nel corso della conferenza stampa odierna.

Atalanta-Roma
L’allenatore della Roma Paulo Fonseca

L’Atalanta non evoca dei bei ricordi in Paulo Fonseca. Gli scontri diretti dello scorso campionato sono andati molto male e hanno reso impossibile la rincorsa al quarto posto. Questo scontro diretto sarà una sfida probante per la Roma e perché no anche per l’allenatore portoghese. Contro Gasperini, che la Roma aveva corteggiato prima di prendere Fonseca dallo Shakhtar Donetsk, il mister giallorosso dovrà dimostrare di sapere imparare dai suoi errori. Le sfide dell’anno scorso vanno cancellate. E con un risultato positivo in questo scontro diretto fare capire che la Roma c’è e può lottare per il vertice. L’allenatore è carico e lo dimostra con le sue parole in conferenza stampa.

LEGGI ANCHECalciomercato Roma, trattativa in chiusura: ci pensa Ryan Friedkin

LEGGI ANCHECalciomercato Roma, la Juventus torna alla carica: ipotesi di scambio

Atalanta-Roma, le parole di Fonseca

Roma
@getty images

L’allenatore della Roma Fonseca ha presentato così la sfida contro l’Atalanta:

Questo gruppo sta dando risposte di livello molto alto. Sarà costretto a fare delle sostituzioni legate alle poche ore di recupero?
Non abbiamo avuto modo di recuperare, potrei fare due o tre cambi ma non di più. Non voglio cambiare molto in questo momento, la squadra sta bene. Sì, è vero che non abbiamo avuto molto tempo, ma non farò più di due o tre cambi.

Negli ultimi anni tante difficoltà contro l’Atalanta. Che risposta ha in mente, preferirà Villar o Cristante?
Questa è una partita diversa rispetto a quella contro il Torino, contro un avversario diverso, forte sui livelli individuali. Abbiamo avuto molto tempo per pensare, domani possono giocare Villar o Cristante o altri: farò scelte diverse a seconda della caratteristiche della partita.

Per lo Scudetto c’è anche la Roma?
Siamo ancora a dicembre, tutte le squadre sono vicine e possono arrivare tra le prime quattro. Come ho già detto, vogliamo fare meglio della scorsa stagione e questo significa finire tra le prime quattro. Il nostro obiettivo non è cambiato, siamo a dicembre, è presto per parlare di altre ambizioni.

Giocherà Mirante o Pau Lopez?
Lo saprete domani

Pedro uno dei migliori di inizio stagione ma ultimamente è sembrato un po’ appannato. A Bergamo sarà protagonista?
Sta continuando molto bene ad essere un giocatore importante per la nostra squadra. Vediamo domani, può essere una soluzione dall’inizio.

La squadra sembra molto più compatta e solida. Di quale miglioramento è più soddisfatto?
Dopo un anno e mezzo insieme è normale che la squadra è più forte, sono arrivati anche dei giocatori che ci hanno aiutato . Se ti conosci meglio dopo un anno e mezzo ci avviciniamo a quello che vogliamo fare.

In Atalanta-Roma chiederà ai difensori di sfidare la pressione avversaria?
Questa è una partita diversa, con un avversario che gioca in modo diverso. Non cambieremo la nostra identità, prepareremo strategicamente una partita diversa senza cambiare intenzioni e identità.

Quanto è importante un test del genere per capire le ambizioni della squadra?
Affrontare l’Atalanta è sempre difficile, sono molto forti. Noi vogliamo comunque vincere, non cambia nulla se non le caratteristiche della partita.