Voti Roma-Bologna 0-0, Rui Patricio un muro | Tripla bocciatura senza appello

Voti Roma-Bologna: l’analisi della prestazione fornita dai giallorossi nel posticipo della trentacinquesima giornata di Serie A.

Si è chiuso da pochi istanti Roma-Bologna, uno dei posticipi della trentacinquesima giornata di Serie A: dinanzi ad un Olimpico gremito, i giallorossi vengono fermato sullo 0-0 dai felsinei, al termine di 97 minuti vibranti e giocati colpo su colpo.

Voti Roma-Bologna
Nicolò Zaniolo ©LaPresse

Dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato, nel quale a rendersi pericolosi sono stati principalmente gli esterni di Mourinho – Carles Perez ed El Shaarawy su tutti, con Zaniolo abile a crearsi un paio di occasioni potenzialmente letali – la partita esplode letteralmente nella ripresa.

Discreta la prova di Carles Perez, abile ad andare al tiro in un paio di occasioni: un sinistro potentissimo per poco non buca le mani di uno Skorupski che ha avuto il suo bel da fare per tenere a bada le sortite dei padroni di casa. Zaniolo ha provato a suggerire linee di passaggio, fungendo da falso due, responsabilizzato da incombenti pratiche da numero 9: schierato in un ruolo non suo, il tuttocampista di Mou si è comunque sacrificato, tentando di alzare la squadra, svincolandosi dalla marcatura ossessiva di Medel, ma soprattutto nella seconda frazione di gioco ha peccato di egoismo. Deludente Felix Gyan, poco preciso in alcune situazioni in cui avrebbe potuto scaricare meglio il pallone. Abulico e impreciso.

Voti Roma-Bologna, male Veretout e Felix

Positiva la prestazione offerta da Maitland-Niles, al quale Mourinho ha concesso una chance da primo minuto: sin dalle battute iniziali, l’esterno inglese è apparso in palla, in quanto ha provato costantemente a creare la superiorità numerica. Dopo un’incertezza iniziale, Rui Patricio ha risposto presente: ottima la chiusura parata con la quale ha chiuso la saracinesca dinanzi al colpo a botta sicura di Orsolini. L’estremo difensore lusitano ha bloccato con sicurezza un paio di conclusioni di Arnautovic. El Sha si fa notare con un paio di guizzi esaltanti, Cristante – pur non rendendosi protagonista di verticalizzazioni invitanti – si è comunque prodigato molto in fase di non possesso, inaridendo molte trame di gioco dei felsinei. Male Veretout, mai in partita: entrano bene in campo

ROMA (3-4-1-2): Rui Patricio 7; Mancini 5, Kumbulla 6, Ibanez 5, Maitland-Niles 6 (’58 Karsdorp 6) , Cristante 6,5, Veretout 5 (’77 Shomurodov 6), El Shaarawy 6 (’58 Zalewski 5,5) ; Carles Perez 6,5 (’58 Pellegrini 7), Zaniolo 5, Felix Afena-Gyan 5 (’58 Abraham 6).

BOLOGNA (3-5-2): Skorupski 7,5; Soumaoro 7, Medel 6,5, Bonifazi 7 (’82 Theate 6); Kasius 6 (’62 De Silvestri 6,5), Dominguez 6,5 (’69 Svanberg 6), Schouten 6,5, Soriano 7 (’82 Aebischer 6), Hickey 6,5; Orsolini 6 (’62 Barrow 5,5), Arnautovic 6,5.