Calciomercato Roma, Zaniolo ha l’accordo col Milan: pugno duro Pinto

Calciomercato Roma, Zaniolo ha voglia di Milan ma Tiago Pinto applica il pugno duro: zero possibilità di passi indietro del gm giallorosso

Zaniolo ha l’accordo col Milan. E anche la voglia di andare al Milan. Ma per il momento Pinto tiene duro e applica il pugno duro. La situazione ormai è chiara in casa giallorossa e su questo ormai non ci sono dubbi: Nicolò ha deciso di andare via e la Roma ha preso atto della volontà del giocatore. Ma da qui a dirsi addio ce ne passa.

Calciomercato Roma, Zaniolo ha l'accordo col Milan: pugno duro Pinto
Zaniolo – Asromalive.it

Sì, perché le intenzioni stridono con quella che poi è la realtà delle cose. Perché c’è un cartellino che per la Roma ha un enorme valore e dove non c’è attaccato il cartello “svendesi”. Pinto non ha nessuna intenzione di fare un passo indietro secondo il Corriere dello Sport in edicola questa mattina e chiede sempre 35-40 milioni di euro. Una cifra che Maldini non vuole spendere. E la prima offerta, quella da 15 milioni più 3 di bonus con un riscatto legato alla qualificazione in Champions nemmeno è stata presa in considerazione dal gm della Roma. Che sa anche di dover dare il 15% all’Inter.

Calciomercato Roma, per Zaniolo trattativa in salita

In tutto questo Zaniolo non ha nascosto la sua voglia di andare al Milan per svariati motivi. Dalla città al fatto che dentro il club rossonero ci sono dei personaggi che hanno un peso umano e calcistico assai importante nella testa del calciatore. E, inoltre, ha anche un accordo con i rossoneri sulla base di 3 milioni di euro netti a stagione d’ingaggio. Che poi è la cifra che Pinto, secondo le indiscrezioni, avrebbe messo sul piatto in tempi non sospetti per il rinnovo.

Calciomercato Roma, Zaniolo ha l'accordo col Milan: pugno duro Pinto
Zaniolo – Asromalive.it

Ma la trattativa rimane in salita perché le condizioni non collimano con le intenzioni. Pinto non arretrerà e il “rischio” è quello che Zaniolo continuerà ad essere a Roma anche il prossimo 1 febbraio. Quasi da separato in casa anche se si sta allenando con la squadra. Ma Mourinho la sua previsione l’aveva fatta…