Errore tecnico dell’arbitro: UFFICIALE, verdetto ribaltato e classifica stravolta

La decisione della Corte d’Appello federale ha accolto il ricorso schiudendo le porte ad una nuova classifica. Ecco cosa è successo.

Dal rebus legato al cartellino blu alla decisione, in Belgio, di far ripetere una partita di Jupiler Pro League. Non sono poche le sorprese che da un punto di vista disciplinare stanno regalando le ultime settimane.

Errore tecnico dell'arbitro: UFFICIALE, verdetto ribaltato e classifica stravolta
Martello Giudice (Ansafoto) – Asromalive.it

Sotto questo punto di vista è assolutamente degno di nota quanto successo in seconda categoria tra Taulantet e Promano giocato il 22 ottobre Pontevalleceppi. La gara si era chiusa con un vero colpo di scena, con un dirigente del Promano accusato di aver colpito il direttore di gara in un finale di partita incandescente. Il gesto era costato carissimo alla compagine ospite a cui fu inflitta anche una penalizzazione di due punti in classifica. Dopo un tam tam mediatico durato alcune settimane, però, la telenovela ha vissuto un’altra “puntata” decisiva.

Ricorso accettato, penalizzazione revocata per il Promano: ecco cosa è successo

Per provare a cambiare le carte, però, il Promano aveva deciso di presentare ricorso, ponendo l’accento sul possibile errore di scambio persone in cui sarebbe incappato il direttore di gara.

Utilizzando una sofisticata identificazione fotografica e giovandosi di una dichiarazione autoaccusatoria presso la Procura Figc si è arrivati finalmente a scogliere il dilemma. A colpire il direttore di gara non fu un tesserato del Promano ma un sostenitore. Motivo per il quale la Corte d’Appello Federale ha accettato il ricorso presentato dal Promano, revocando non solo la squalifica al dirigente erroneamente accusato ma anche la penalizzazione di due punti inflitta al club. Un vero e proprio scambio di persona, dunque, che rischiava di costare molto caro e che ridisegna nuovamente la classifica.

Impostazioni privacy