Allegri ha detto sì: ribaltone clamoroso al Milan

Allegri al Milan: il tecnico livornese che da poco ha ufficialmente rescisso con la Juventus è libero sul mercato. E ci starebbero pensando i rossoneri per il dopo Pioli

Incredibile ma vero. Eppure potrebbe essere davvero così per due motivi: il primo è che Massimiliano Allegri dopo aver rescisso con la Juventus è libero di trovarsi un’altra sistemazione; il secondo è che il Milan ancora ad oggi non ha annunciato Paulo Fonseca.

Allegri ha detto sì: ribaltone clamoroso al Milan
Allegri (Lapresse) – Asromalive.it

Sembra poesia, fantamercato, ma potrebbe anche essere la realtà dei fatti secondo quanto riportato su X da Edoardo Mecca, speaker di Rds, e tifoso della Juventus. Le sue parole non lasciano davvero spazio a quelle che potrebbero essere delle discussioni perché parla, chiaramente, della possibilità che Massimiliano Allegri dopo il doppio ciclo juventino possa tornare in rossonero la prossima stagione. Di Max si è parlato anche in ottica Lazio, visto che tra Lotito e Tudor ci sono delle frizioni. Quindi dopo aver vinto la Coppa Italia con la Juventus Allegri senza anno sabbatico in questo caso potrebbe rimanere ad allenare in A.

Allegri al Milan, la situazione

“Massimiliano Allegri ha dato totale disponibilità al trasferimento al Milan. Ragionamento in corso da parte della società. Potrebbe esserci un colpo di scena clamoroso”. Questo ha scritto Mecca, aprendo quindi ad una possibilità realmente clamorosa dopo quello che è successo negli ultimi giorni e soprattutto dopo tutte le voci che hanno dato Fonseca certo di prendere il posto di Pioli.

Allegri ha detto sì: ribaltone clamoroso al Milan
Pioli (Lapresse) – Asromalive.it

Una situazione quindi di allenatori che tiene ancora banco, nonostante quasi tutte le big abbiano deciso a chi affidarsi: l’ultimo oggi è stato il Napoli che ha ufficialmente annunciato Antonio Conte che dopo la sua esperienza nerazzurra e quella londinese con il Tottenham ritorna ad allenare nella massima serie. La Juve ha virato fortemente su Motta mentre l’Inter rimane a Inzaghi. Manca il Milan, appunto, e la Lazio qualora si dovesse del tutto rompere le relazione tra Lotito e Tudor. Incredibile, ma potrebbe essere vero.

Impostazioni privacy