Giuntoli tradisce Motta: nuovo allenatore e clausola pagata

Giungono nuovi sorprendenti svilluppi in merito ad una delle operazioni di mercato più chiacchierate delle scorse settiamane

In attesa dell’inizio degli Europei 2024 – programmato per il 14 giugno -, il calciomercato si prende senza alcuno sforzo il centro del palcoscenico, per via delle numerose operazioni che caratterizzeranno l’estate italiana.

Tra il valzer di panchine e i rispettivi ribaltoni in termini di trasferimenti dei calciatori, la gran parte delle big italiane partiranno ai blocchi di partenza della stagione 24/25 dopo aver subito una serie di cambiamenti potenzialmente decisivi e, di conseguenza, appare necessario giungere al primo luglio – data dell’apertura ufficiale del calciomercato – con le idee chiare sul da farsi.

Cristiano Giuntoli (Ansafoto) – Asromalive.it

Tra i numerosi terremoti che attendono la parte sinistra della classifica (tra cui possiamo già segnalare l’ufficialità di Antonio Conte al Napoli o lo scontato restyling che subirà la Roma di Daniele De Rossi sotto la guida del nuovo direttore tecnico Florent Ghisolfi) ecco che spiccano senza dubbio alcuno Milan e Juve, i cui destini sono irrimediabilmente legati agli esiti dell’imminente sessione di mercato.

Zirkzee al Bayern Monaco: Kompany lo chiede alla società

I due club condividono alcune velleità per tentare rinforzare il proprio undici titolare e, tra i tanti nomi che compaiono sia sui taccuini dei lombardi che su quelli dei piemontesi, si distingue prepotentemente da mesi il nome di Joshua Zirkzee.

Nel caso del Milan l’olandese è ormai un chiodo fisso dall’inizio del campionato, anche e soprattutto considerato il prevedibile addio di Giroud, mentre per quanto concerne la Juventus l’affare risulterebbe quasi naturale visto l’approdo di Thiago Motta, ovvero l’allenatore con cui, nel corso della stagione appena conclusasi, Joshua ha letteralmente consacrato la sua appetibilità nei confronti del panorama calcistico europeo.

Joshua Zirkzee (Ansafoto) – Asromalive.it

Nel caso di Motta e della Juventus, Zirkzee rappresenterebbe il tassello più compatibile con il nuovo corso impostato da Cristiano Giuntoli per la Vecchia Signora, in cui vincere non è più “l’unica cosa cosa che conta”, ma sembrerebbe contare anche la qualità del gioco e il mezzo con cui si giunge al fine.

Tuttavia, con l’avvicinarsi del mercato, occorre ricordare che il Bayern Monaco detenga ancora una via preferenziale nei confronti dell’olandese, poichè sarebbe l’unico club a poter usufruire di un 40% di sconto sulla clausola di ben 40 milioni di euro prevista, per via della percentuale sulla rivendita pattuita al momento del trasferimento dai bavaresi al Bologna. Difatti, proprio in virtù del legame ancora vigente tra il fuoriclasse olandese e i bavaresi, Vincent Kompany – nuovo allenatore del Bayern Monaco – avrebbe domandato ai vertici tedeschi di considerare fortemente l’eventuale ritorno di Zirkzee.

Secondo quanto riportato da Rudy Galletti sul suo profilo X(Twitter), pare che l’ex centrocampista del Manchester City abbia intenzione di schierare Zirkzee al fianco di Harry Kane, in virtù delle sue rinomate qualità tecniche, che gli permetterebbero di svolgere il ruolo di seconda punta rifinitrice.

Impostazioni privacy