Maxi offerta da 40 milioni: Chiesa ha già detto sì

L’avvenire di Federico Chiesa continua ad essere sotto i rifelttori di mezza Europa e, ora, sono emerse nuove voci in merito alle sue volontà 

Daniele De Rossi e Florent Ghisolfi sono pronti a rendere realtà una necessaria rivoluzione dell’organico giallorosso, che nel corso dell’estate trasformerà definitivamente la Roma di Pinto e Mou in quella di Ghisolfi e DDR. Il nuovo direttore tecnico francese punterà naturalmente a far fronte alle plateali differenze che intercorrono tra l’approccio tattico del comandante di Ostia e quello del tecnico portoghese. Se lo Special One preferiva spingere sul lancio lungo alla ricerca della sponda di Big Rom, De Rossi ha optato per una costruzione palla a terra, fatta di triangoli e sovrapposizioni.

Federico Chiesa (Ansafoto) – Asromalive.it

Per tentare di rendere realtà tale approccio tattico, è necessario modificare anche gli interpreti dell’undici in campo, poiché risulta piuttosto complicato domandare a Lorenzo Pellegrini o Paulo Dybala di galoppare sulle fasce per 90 minuti.

Ecco dunque che il vivo interesse manifestato nei confronti di Federico Chiesa assume un senso ben preciso, viste le rinomate doti da instancabile galoppatore che caratterizzano l’ex Fiorentina. Nel corso degli scorsi giorni sono trapelate diverse voci che, oltre al particolare coinvolgimento di DDR, avrebbero caricato di speranza i sostenitori capitolini. Tuttavia, nelle scorse ore sono emerse nuove gustose indiscrezioni, in grado di modificare concretamente le aspettative dei giallorossi.

Chiesa vuole restare in Italia, ma rifiutare il Barca è impossibile

È vero… Thiago Motta non stravede per Federico Chiesa ed è altrettanto risaputo che il figlio d’arte bianconero abbia più volte manifestato la volontà di rimanere nel bel paese. Tutti indizi particolarmente ghiotti per covare fiducia in un eventuale trasferimento nella città eterna.

Tuttavia, la chiusura nei confronti dell’estero ha naturalmente delle eccezioni, come riportato da elnacional.cat. Il quotidiano spagnolo avrebbe infatti riportato i dettagli di un potenziale trasferimento di Chiesa al Barcellona, indicata come una delle pochissime destinazioni estere desiderate dal numero 7 bianconero. Ricordiamo che il contratto di Chiesa riporta una scadenza fissata a giugno 2025.

Federico Chiesa (Ansafoto) – Asromalive.it

Difficilmente Chiesa si ritroverebbe a fare lo schizzinoso davanti ad uno dei club più blasonati e importanti della storia, in grado senza particolari problemi di sborsare i 40 milioni di euro richiesti dalla Vecchia Signora. Difatti, le alternative attualmente valutate da Hans-Dieter Flick sarebbero sensibilmente più esose in termini di sborso economico. Stiamo infatti parlando di Kingsley Coman e Luis Diaz, rispettivmaente proprietà di Bayern Monaco e Liverpool.   

Impostazioni privacy