Roma Calcio » AS Roma News » Roma-Fiorentina, le pagelle dei giallorossi

Roma-Fiorentina, le pagelle dei giallorossi

Le pagelle dei giocatori della Roma scesi in campo nella vittoria per 3-0 sulla Fiorentina per gli ottavi di finale di Coppa Italia

Il gol di Borini del 3-0 finale

ROMA-FIORENTINA PAGELLE / OLIMPICO – Prestazione corale molto positiva per la Roma che batte nettamente i viola per gli ottavi di Coppa Italia. Ecco le pagelle dei giocatori giallorossi:

STEKELENBURG 7 – Decisivo ancora una volta il portierone olandese, messo in difficoltà dalle conclusioni di Ljajic, Cerci e Pasqual. Si salva con stile ed efficacia.

CICINHO 6 – Prestazione un pò incolore per il brasiliano, poco considerato nel complesso da Luis Enrique. Bravo però a salvare il risultato su Jovetic nel primo tempo. Dal 69′ Jose Angel 6 – Fa la sua parte senza problemi nè errori.

KJAER 6 – Molto in confusione il danese nei primi 45 minuti, si rialza con tutta la squadra nella ripresa prendendo sicurezza e giocando con concretezza usando la fisicità.

HEINZE 6,5 – Solita prestazione generosa dell’argentino, un pò in difficoltà ad inizio gara, poi trova i giusti ritmi e non sbaglia più nulla recuperando palloni fondamentali.

TADDEI 6,5 – Attivissimo sia sulla sinistra che sulla destra, tocca tanti palloni ed affonda molto spesso in attacco. Infaticabile.

GAGO 6.5 – Preso in mezzo dal folto centrocampo viola, se la cava con eleganza e generosità. Sostituisce degnamente De Rossi.

VIVIANI 5,5 – Gioca da mezzala e sembra spaesato, fuori ruolo. Prova qualche inserimento ma non è nelle sue corde. Dal 46′ Perrotta 7 – Immortale il centrocampista calabrese, decisivo in difesa salvando su un sinsitro di Pasqual, utile in attacco coi suoi proverbiali inserimenti.

GRECO 6,5 – Qualche minuto di troppo per prendere confidenza, poi tanta sostanza e molti palloni giocati brillantemente. Avesse più concretezza potrebbe rubare un posto da titolare.

TOTTI 7 – Anche lui come tutta la squadra soffre l’ottimo inizio dei viola. Poi fa il leader, offre passaggi straordinari, l’assist del secondo gol di Lamela. Peccato non sia arrivato il sigillo personale.

LAMELA 7,5 – Grande protagonista della serata, quando si sveglia è devastante, gioca come esterno d’attacco ma quando si accentra diventa concreto e decisivo. Segna con freddezza due reti solo all’apparenza facili. In crescita esponenziale.

BOJAN 5,5 – Leggero e timido, prova a metterla sulla rapidità ma vede pochissimo il pallone. Per il suo ruolo c’è bisogno di maggiore fiducia e concretezza. Dal 62′ Borini 7 – Splendido il suo rientro: gol su azione personale, tanti palloni recuperati in pressing, infinita voglia di dimostrare quanto vale. Il futuro è suo.

LUIS ENRIQUE 7 – Da fiducia a chi ha avuto meno spazio ultimamente come Kjaer, Borini e Perrotta, viene ripagato ma rischia qualcosa con la scelta di Viviani mezzala. Il suo gioco di possesso di palla e pressing diventa sempre più concreto.

Keivan Karimi