Roma Calcio » AS Roma News » Roma, Luis Enrique ed il concetto del gruppo

Roma, Luis Enrique ed il concetto del gruppo

Il tecnico asturiano preferisce non parlare mai dei singoli ribadendo che tutta la squadra deve essere sempre al 100%

Il mister gaillorosso Luis Enrique

ROMA LUIS ENRIQUE CONCETTO DEL GRUPPO / ROMA –  Nella conferenza stampa di ieri mattina, ad un giornalista che gli chiedeva come mai in difesa cambiasse sempre i giocatori, Luis Enrique ha risposto cosi’: ”Non c’e’ nessun problema. Io non voglio 11 titolari, per me questo e’ chiarissimo: io voglio 20/22 titolari. Io voglio una squadra completa”. Questa e’ proprio una delle principali critiche che la stampa, ma anche i tifosi, attraverso le radio ed il web, rivolgono al tecnico asturiano. Perche’ non avere dei punti fissi?

Il mister ritiene tutti importanti allo stesso modo. Una scelta lodevole e democratica. Tuttavia, in una squadra, a volte le gerarchie potrebbero far comodo. C’e’ chi ha piu’ personalita’ e chi ne ha meno. C’e’ chi porta con se un bagaglio d’esperienza e chi deve imparare molto. Inoltre, non si rischia di far vivere ai giocatori una costante tensione emotiva? Una domenica si e’ in campo ma, se la prestazione non sara’ un granche’, la prossina si potrebbe finire in panchina, o peggio ancora, in tribuna. I continui esperimenti, perpetrati gara dopo gara, non rischiano di minare la solidita’ di quel gruppo che Luis Enrique ritiene superiore ai singoli? Raramente, forse mai, lo spagnolo ha commentato la prova di un singolo elemento della propria rosa. Non tutti pero’, possono scendere in campo con la stessa grinta e con lo stessa testa. D’accordissimo: gli errori dipendono da tutta la squadra e, nella Roma, effettivamente, questo si e’ visto. Non e’ il caso, pero’, anche di capire perche’ alcuni nomi non hanno reso fino ad ora, come avrebbero dovuto?

Il tecnico, ieri, e’ apparso molto vago anche sugli obiettivi di questa squadra. A chi gli chiedeva se ci fossse il rischio di finire nell’anonimato, lui ha risposto cosi’: ”Non lo so, non parlo di obiettivi. Puo’ essere, ma io credo che continueremo a migliorare da qui alla fine della stagione. Lo vedremo alla fine, guarderemo la classifica e faremo tutte le nostre valutazioni”. Indubbiamente si sapeva che questo fosse un anno di transizione per la Roma. I tifosi si chiedono, tuttavia, se il mister abbia effettivamente capito quali siano le potenzialita’ della rosa che ha a disposizione.

Marco Pennacchia