Roma Calcio » AS Roma News » Milan – Roma, Rivera: “domani la Roma ha delle possibilita’ di vincere”

Milan – Roma, Rivera: “domani la Roma ha delle possibilita’ di vincere”

L’ex giocatore del Milan parla della supersfida di domani sera a San Siro e anche della situazione del team rossonero

L'ex giocatore del Milan Rivera

SERIE A MILAN – ROMA LUIS ENRIQUE TOTTI BOATENG IBRAHIMOBIC ALLEGRI / SERIE A – Gianni Rivera, ex giocatore del Milan e pallone d’oro, ha lasciato le seguenti dichiarazioni nel corso di un’intervista sulla sfida di domani sera tra i rossoneri e la Roma di Luis Enrique parlando anche della situazione in casa Milan e di Francesco Totti:“E’ una delle tante partite che si devono fare; è difficile pronosticare qualcosa perché arriva in un momento di grande pressione da parte del Milan. Il pensiero della partita di Champions contro il Barcellona non è un elemento da sottovalutare”

Su Boateng

“Ricordiamoci che sono sempre 11 i giocatori che scendono in campo, però è sicuramente un giocatore di grande qualità che sostiene la squadra sia dal punto di vista tecnico che fisico”.

Su Ibrahimovic

“Per capire se è da Pallone d’Oro o meno è importante capire a fine campionato cosa avrà fatto il Milan”.

Su Pato

“Il fatto che debba andare negli Stati Uniti preoccupa perché sarebbe strano non trovare in Italia medici all’altezza. Spero per lui che possa recupare presto”.

Sulla Roma

“La Roma domani secondo me ha delle possibilità, perché in Italia capita spesso che quelle che sono indietro sconfiggano le prime in classifica”.

Su Totti

“Per me Totti è Totti, è un grande giocatore che non può assomigliare a nessun altro. Ha grandi qualità e capacità; non riesco ad inserirlo in una classifica perché ci sono dei numeri uno assoluti e giocatori che fanno parte di un élite, Totti fa parte di questo gruppo”.

Su Berlusconi

“Prima non faceva ufficialmente quello che ha sempre fatto, adesso avrà certamente più tempo per dedicarsi di più alla squadra dando un contributo positivo”.

Su Allegri?

“Mi piacciono gli allenatori che sanno che in campo ci vanno i giocatori. L’allenatore è importantissimo più in senso negativo che in senso positivo perché in alcuni casi può impedire ai giocatori di esprimersi con qualità”.

 

Andrea Tocci