Roma Calcio » AS Roma News » As Roma, Il nutrizionista: “Alimenti sani e gradevoli, ma la brioche proprio no”

As Roma, Il nutrizionista: “Alimenti sani e gradevoli, ma la brioche proprio no”

Qualche informazione riguardo i principi che guidano la dieta proposta ai calciatori giallorossi durante il ritiro a Riscone

INTERVISTA NUTRIZIONISTA /WEB – Quella che viene definita la “Cura Zeman” è composta da una serie di fattori atletici e non che il mister tiene sotto scrupolosa osservazione al fine di  conquistare la forma fisica da lui richiesta.

Non solo dunque gradoni e ripetute, ma anche un occhio molto attento all’alimentazione. E’ stato intervistato così da Il Romanista il nutrizionista dell’As Roma, Fabrizio Angelini. Se, si dice che Wayne Rooney mangi quello che gli pare e piace, a Riscone vigono leggi precise.

Di seguito si riportano alcuni passaggi interessanti.

Lei li ha osservati sin dalla colazioni, come si comportano?

Bene, e la mia presenza serve anche a questo, sia a controllare ciò che viene proposto sia quello che viene assunto, no? E nella stragrande maggior parte dei casi ho visto una colazione bilanciata, hanno un buon en take di proteine, che spesso vengono trascurate nell’alimentazione mediterranea. Mi è piaciuta molto sia la preparazione sia approccio dei ragazzi.

Cosa è possibile mangiare a colazione? A molti piace il dolce, ad esempio…

Il gusto è sicuramente importante. Noi abbiamo adottato delle tipologie di colazioni salate e dolci. Certamente non trovano il cornetto nel buffet. Ma toast, bresaola, prosciutto, grana, o derivati dei latticini come lo yogurt, molta frutta fresca, muesli… E chiaramente partendo dal processo dell’educazione abbiamo dato delle linee guida sia sulla colazione salata sia su quella dolce in modo da dare un indirizzo nutrizionalmente corretto. Mi spiego meglio: l’en take di proteine, grassi e carboidrati deve essere simile se io mangio salato o se io mangio dolce. Per cui alimenti sani, sicuramente gradevoli, ma cappuccino e brioche proprio no.

Lei ha lavorato in molti club. Con Zeman e il suo staff si lavora tanto e anche voi, immagino…

Questo punto è focale, noi crediamo molto nella collaborazione tra staff tecnico e staff medico. La tipologia di allenamento condiziona il programma nutrizionale. Qui sono tutti allenamenti ad alti carichi di lavoro e ad alta intensità, e dunque la nutrizione si adegua. Con altri mister mi sono adeguato in altri modi. Diciamo che con questi carichi di lavoro ci sbizzarriamo anche noi, ci divertiamo un po’ di più. Chiaramente allenamento e nutrizione devono andare di pari passo, cosa che non spesso accade.