Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Asromalive.it, i nostri voti al mercato: Juve e Fiorentina regine, promossa la Roma

Asromalive.it, i nostri voti al mercato: Juve e Fiorentina regine, promossa la Roma

La nostra redazione dà le pagelle alle operazioni di mercato estivo delle squadre di A

L'Ata Hotel sede del calciomercato italiano

ASROMALIVE PAGELLE MERCATO / ASROMALIVE.IT – La redazione di Asromalive.it ha deciso di dare i voti al calciomercato delle venti squadre di serie A dopo la chiusura di ieri. Tra le più attive sicuramente Juventus e Fiorentina, bene anche Roma e Napoli. Bocciate senza appello Milan, Palermo e Pescara.

ATALANTA 6,5: Mercato concentrato sulla stabilità e sulla continuità rispetto alla rosa dello scorso campionato. De Luca e Parra sono due scommesse da vincere firmate Pierpaolo Marino.

BOLOGNA 6- : Tanti colpi ma anche tanta confusione; Motta e Gilardino sono rottami da aggiustare, Gabbiadini è una scommessa, il vero colpo è Guarente. Difesa troppo fragile.

CAGLIARI 6: Pochi acquisti e poche cessioni, sulla falsa riga delle scorse stagioni; la sopresa può essere il rientro di Sau dopo la buona esperienza alla Juve Stabia.

CATANIA 6: Mantenuta l’ossatura della squadra vista lo scorso campionato, è cambiato solo il tecnico con Maran al posto di Montella. Curiosità per il giovane centrale Rolin, ottima alternativa per la difesa.

CHIEVO VERONA 6- : Qualche rinforzo è arrivato, ma non nei ruoli in cui poteva servire veramente, come sulle fasce difensive. Rigoni e Di Michele portano esperienza in attacco.

FIORENTINA 8: Una delle regina inaspettate del mercato; il ds Pradè ha effettuato una vera e propia rivoluzione tecnica, affidandosi a Montella e ad alcuni suoi vecchi pupilli romanisti come Pizarro e Aquilani. Il vero colpo è Cuadrado, folletto di fascia destra.

GENOA 6+: Meno confusione del solito, anche se le cessioni sono state molte. I rossoblu puntano tanto sulla voglia di riscatto di Borriello e sul bomber del futuro Immobile.

INTER 7: I nerazzurri hanno agito sulla falsa riga della Juventus dello scorso anno: colpi non ad effetto ma solo ottimi calciatori provenienti dalla serie A come Handanovic, Silvestre, Gargano e Palacio. Se Cassano imbecca la stagione giusta può fare faville.

JUVENTUS 8: Nel complesso si è rinforzata, e di molto, mantenendo la leadersip virtuale del campionato. Asamoah ha già dimostrato di essere un colpaccio, Giovinco è in crescita, Bendtner non sarà un top-player ma è un’alternativa di livello.

LAZIO 5,5: Troppo immobilismo sia in entrata che in uscita; i biancocelesti lavorano con ritardo, non sfoltiscono la rosa e non rinforzano fasce difensive e attacco. Ciani è un bel colpo, ma è troppo poco per fare la differenza.

MILAN 5: L’estate 2012 i tifosi rossoneri la ricorderanno per l’esodo di tanti campioni da Milanello, a partire da Ibra e Thiago Silva, passando per gli storici Gattuso, Inzaghi o Seedorf. La difesa fa acqua, il centrocampo è una scommessa, l’attacco si salva con Pazzini e Bojan.

NAPOLI 7: Non colpi clamorosi, anche dopo la cessione di Lavezzi, ma azioni nel segno della continuità e del progetto futuribile. Si punta molto su Insigne, ma il vero acquisto è il riscatto di Pandev.

PALERMO 5: Troppo poco per una società alla caccia di un posto in paradiso. Rosa squilibrata, carente in difesa ed ingombrante a centrocampo, mister Sannino dovrà essere bravo a costruire una formazione discreta.

PARMA 6- : Le partenze di Giovinco e Floccari non sembrano essere state sostituite a dovere. Tante scommesse per i ducali, su tutti Pabon e il rilancio di Amauri, ma si poteva fare di più.

PESCARA 5: La solita società promossa in A che punta alla rivoluzione tecnica piuttosto che confermare il blocco vincente in cadetteria; difficile colmare gli addii di Insigne, Immobile e Verratti, ma affidare un manipolo di giovani appena arrivati ad un esordiente come Stroppa appare un suicidio.

ROMA 7: Ha agito con rapidità e accuratezza sul mercato, chiudendo in anticipo i colpi più rilevanti; Destro e Balzaretti sono titolari indiscutibili, meno certezze si hanno su Piris e Marquinhos. Qualcosa manca, ma la squadra appare solida ed estrosa, come piace a Zeman.

SAMPDORIA 6+ : I dubbi arrivano dal tecnico Ferrara e dal suo passato poco roseo da allenatore di serie A; il mercato è stato sufficiente, visti i colpi Maxi Lopez e Maresca, ma forse andava fatto qualche sforzo in difesa.

SIENA 5,5: Se avesse preso Guidetti per l’attacco avrebbe avuto una sufficienza altissima, invece i senesi si sono dovuti accontentare di Rosina e Zè Eduardo per aumentare la fantasia offensiva. Dubbi sull’assetto difensivo e sul 3-5-2 ormai superato di Cosmi.

TORINO 6: L’impressione è che a parte il colpo Sansone manchi qualità nella rosa granata, visto l’acquisto di gregari come Brighi, Gazzi o Agostini. Si punta molto sulla conferma di Ogbonna e Bianchi.

UDINESE 6,5: Difficile valutare il mercato dei friulani, propensi a cedere onerosamente titolari come Isla e Asamoah, ma pronti a rimpiazzarli con giovani che possono fare presto la differenza. Muriel è la grande speranza, occhi sui brasiliani Allan e Maicosuel.

Keivan Karimi