Roma Calcio » AS Roma News » Roma, Marquinhos: “Il futuro è per chi crede nella bellezza dei propri sogni”

Roma, Marquinhos: “Il futuro è per chi crede nella bellezza dei propri sogni”

Una riflessione su di una frase scritta dal giovane difensore brasiliano sul proprio profilo Twitter

Il difensore brasiliano Marquinhos

Il difensore brasiliano Marquinhos

ROMA MARQUINHOS FUTURO BELLEZZA SOGNI / ASROMALIVE.IT – Sul profilo Twitter di Marquinhos è apparsa una frase molto profonda: “Il futuro appartiene a chi crede nella bellezza dei propri sogni“. Difficile dare torto al giovane brasiliano anche perché questa citazione rappresenta un po’ la storia di se stesso. Cresciuto nelle giovanili del Corinthians, Marcos Aoas Correa è stato convocato in prima squadra poco più di un anno fa. Ad inizio 2012 è tornato nelle giovanile per vincere la Copa São Paulo de Futebol Júnior ma la vera gioia è arrivata qualche mese dopo, quando il suo club ha vinto la Coppa Libertadores per la prima volta nella storia. Ma le soddisfazioni non sono finite qui per il giovane difensore che, ad agosto è stato ingaggiato dalla Roma e, a soli 18 anni, ha fatto il suo esordio in Serie A (contro il Bologna, il 16 settembre scorso). In pochi mesi, Marquinhos ha mostrato una sicurezza nei movimenti e una personalità da vero leader, tanto da far perdere il posto a un veterano come Burdisso. Qualcuno lo ha già paragonato a Thiago Silva e, da Londra, il Chelsea ha già offerto circa 30 milioni di euro per lui. Perché, allora, Marquinhos non dovrebbe credere nel futuro?

A pensarci bene, è quasi una coincidenza che questa frase sia stata scritta stasera, con Zeman che domani potrebbe lasciare la Roma, almeno a sentire i giornali. L’affermazione di Marquinhos, infatti, non potrebbe infatti descrivere anche l’animo del tecnico romanista? Perché una cosa è certa: il boemo avrà molti difetti e probabilmente parte delle cause dei mali della Roma sono sue, ma di sicuro non smetterà mai di sognare, di credere in uno sport spettacolare e pulito. Una sorta di Don Chisciotte del calcio e per questo la gente dovrà ringraziarlo per sempre, a prescindere dai cattivi risultati.

Marco Pennacchia