Roma Calcio » AS Roma News » Basket, L’altra Roma è storica, finale dopo 5 anni

Basket, L’altra Roma è storica, finale dopo 5 anni

L’altra Roma vince la semifinale contro Cantù in una serata storica

Un momento di Acea-Cantù

Un momento di Acea-Cantù

BASKET VIRTUS / ASROMALIVE.IT – Una serata epica, di quelle che rimarrà nella memoria degli appassionati di basket romani per molto tempo. Roma torna grande, la Virtus torna in finale scudetto dopo 5 anni, dopo una delle serie più belle che la pallacanestro italiana ricordi. Un Palatiziano strapieno e urlante di incitazione per tutta la partita, di grande gioia dopo la sirena. Un’invasione di campo che porta in trionfo i giocatori dell’Acea, in un tripudio sportivo ed umano, per una squadra che ad agosto non si sapeva neppure se si sarebbe iscritta al campionato.

La sorpresa arriva già nel primo quarto, Roma non è costretta ad inseguire come in tutte le altre gare. L’Acea detta legge e mette in difficoltà Cantù con vantaggi anche di +7 e +9 nei primi 10′. Nonostante gli errori continui da 2 e da 3 della squadra Lombarda (impossibile concentrarsi con un Palazzetto urlante e infuocato), i ragazzi di Trinchieri riescono a rimanere a galla alla fine del primo quarto (18-16).

Il momento decisivo arriva nel secondo quarto: tripla di Goss, tripla di D’Ercole, poi Datome e ancora Goss. Per un parziale di 10-0 che porta la Virtus avanti di 12 (28-16) in un amen. Aradori e Ragland non bastano a far risalire Cantù, che riesce solo a dimezzare lo svantaggio (37-32). Il terzo periodo è un remake del secondo, Virtus a valanga che tocca il massimo vantaggio sul +16 (52-36), anche se Cantù è brava a non disunirsi e ad alimentare una fiammella di speranza di rimonta. Mazzarino e Brooks riescono a riavvicinarsi fino al -9, limitando i danni e lasciando la partita ancora da giocare.

Il 9-0 che apre l’ultimo quarto è il momento in cui la gara si chiude, +17 per l’Acea e partita archiviata. Le triple di Goss e Taylor, e il canestro di Jones mandano Roma sul massimo vantaggio (+24). Il prosieguo è una storica invasione di campo, con tutti i 3500 del Palazzetto sul parquet a festeggiare con i loro campioni. Un traguardo storico per una città e per un movimento, adesso la gran finale. Sarà di nuovo Roma-Siena? Lo scopriremo stasera in gara 7, nella sfida tra Varese e Montepaschi.

Francesco Cianfarani