Roma Calcio » AS Roma News » Roma, torna un portiere italiano dopo nove anni

Roma, torna un portiere italiano dopo nove anni

Prima di De Sanctis Pelizzoli

Morgan De Sanctis

Morgan De Sanctis

PORTIERE ITALIANO/ASROMALIVE.IT – Con l’arrivo di Morgan De Sanctis la Roma torna ad avere un portiere italiano titolare dopo un quasi decennio di numeri uno stranieri. Doni, Stekelenburg, Julio Sergio, Eleftheropoulos, Artur, Goicoechea e Lobont sono infatti i nomi (non in ordine cronologico né di importanza) dei portieri che, chi con poco (o nullo) successo e chi con un po’ più di fortuna, si sono alternati tra i pali della Roma in questi ultimi nove anni.

L’ultima stagione in cui la porta giallorossa venne difesa da un italiano, infatti, risale al 2003-04, nella quale il titolare fu Ivan Pelizzoli, fortemente voluto da Capello, alla sua ultima annata sulla panchina della Roma. Con lui quest’ultima pensava di essersi assicurata il portiere del futuro, ma il suo rendimento altalenante dimostrò che si era sbagliata, nonostante le grandi rassicurazioni date all’Atalanta (arrivò anche in Nazionale Under 21).

Alla Roma Pelizzoli era arrivato nell’estate del 2001 per fare il secondo di Antonioli, il numero uno dello scudetto, ma Capello, convinto delle sue qualità, lo aveva subito buttato nella mischia da titolare, tanto che con lui tra i pali i giallorossi vinsero la Supercoppa contro la Fiorentina. Poi, però, le sue titubanze e l’incapacità di sopportare il peso dell’ambiente romano gli giocarono un brutto scherzo e alla fine Capello fu costretto a rimettere Antonioli tra i pali. Pelizzoli tornò nell’ombra, ma poi si riprese il posto da titolare e all’inizio della stagione 2003-04 stabilì il quarto miglior tempo di imbattibilità di un portiere romanista mantenendo la porta inviolata per 574 minuti.

A quel record, però, seguì l’ennesimo periodo di confusione e nel finale di stagione lasciò il posto a Curci, cresciuto nelle giovanili giallorosse e per tutti destinato a diventare il titolare del campionato successivo (2004-05). Quest’ultimo, però, andò malissimo per la Roma e anche per lui, tanto che tra i pali finì con l’alternarsi con Zotti e lo stesso Pelizzoli. Il rendimento insoddisfacente di tutti e tre, però, nell’estate 2005 spinse il nuovo allenatore giallorosso Spalletti a chiedere un altro portiere e la società puntò sul brasiliano Doni, che inizialmente partì in panchina, salvo poi subentrare a Curci nel derby di andata. Da quel giorno non uscì più, diventando il titolare di Spalletti e uno dei pilastri della sua Roma, nella quale stabilì quelli che sono tutt’ora il terzo e il miglior tempo di imbattibilità di un numero uno giallorosso, con i 590 minuti che trascorse senza subire gol tra la fine del 2006 e l’inizio del 2007 e i 768 nei quali rimase imbattuto tra la fine del 2007 e l’inizio del 2008. Poi tra samba, sirtaki e l’Olanda, si è arrivati a Morgan.

Valerio De Santis

GIOCATEVI IL BONUS DI BENVENUTO DI BETCLIC CHE VI RIMBORSA LA PRIMA GIOCATA FINO A 100€ IN CASO DI PERDITA ! USA QUESTO LINK