Roma Calcio » AS Roma News » Serie A, Gautieri: “Garcia ottimo allenatore. Ljajic non farà rimpiangere Lamela”

Serie A, Gautieri: “Garcia ottimo allenatore. Ljajic non farà rimpiangere Lamela”

Le parole dell’ex attaccante giallorosso sull’ultima campagna acquisti e sulle potenzialità della Roma

L'ex attaccante Carmine Gautieri

L’ex attaccante Carmine Gautieri

SERIE A GAUTIERI GARCIA OTTIMO ALLENATORE LJAJIC LAMELA / ASROMALIVE.IT – Era il settembre del 1997 quando Carmine Gautieri esordiva con la maglia della Roma. Era stato richiesto da Zdenek Zeman ed il suo acquisto era costato 4 miliardi di lire. Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti e, da cinque anni, Gautieri ha intrapreso la carriera da allenatore. L’ex attaccante ha rilasciato alcune dichiarazioni sui nuovi arrivi ed ha anche espresso un parere sulle potenzialità della squadra:

Hai esordito con Zeman che lo scorso anno ha avuto una nuova esperienza nella capitale non fortunata. 

Ci sono rimasto male, anche perché il mister voleva una sorta di rivincita. Era venuto per vincere qualcosa ma questo fa parte del nostro mestiere: Nonostante tutto, sappiamo che Zeman è e rimane un grande allenatore.

Che impressione ti sei fatto del nuovo tecnico Rudi Garcia?

Garcia ha avuto un ottimo impatto, capendo cosa serviva alla città. Ho visto la partita di Livorno e devo dire che ha fatto una grande gara vinta meritatamente. Nel prossimo mese sarò a Roma per seguirlo da vicino perché mi interessa molto il suo modo di lavorare.

Cosa ti ha colpito in modo particolare?

La mentalità, che è completamente diversa da noi allenatori italiani. Anche nelle conferenze stampa è sempre molto deciso, sa quello che vuole, veramente un ottimo allenatore.

Un tuo parere sui nuovi acquisti. C’è un calciatore che ti entusiasma più degli altri?

Sia Gervinho sia Ljajic sono giocatori di grande qualità, così come Strootman. La Roma sono anni che fa acquisti importanti, sono convinto che squadra farà molto bene.

Ljajic è il nome giusto per sostituire Lamela?

Assolutamente sì. Lamela ha dimostrato di essere un campione, è arrivato a Roma da sconosciuto mostrando subito le sue enormi qualità. Ljajic invece ha già dimostrato il suo valore. E’ pronto per un top club come la Roma  e sono convinto che non farà rimpiangere Lamela.

Facendo un bilancio tra acquisti e cessioni la rosa è più forte della passata stagione?

Si. La squadra non si è indebolita. Nonostante delle alcune cessioni importanti, è stata un’ottima campagna acquisti. Quando ti offrono tanti soldi per un calciatore è giusto cedere, anche se è un talento.  La società ha anche investito tanto su giocatori importanti, Ljajic , Gervinho, Strootman,  tutti giocatori di grandissima qualità. 

Che tipo di campionato ti aspetti dalla Roma? Chi vedi superiore?

La Juventus, anche quest’anno è senza rivali. Subito dopo vedo proprio la Roma che a differenza della altre, ha  il dovere di riscattarsi e questo può essere un vantaggio dal punto di vista psicologico. Sono convinto che la Roma può sorprendere veramente tutti.

Dopo le parole di Garcia abbiamo la certezza che De Rossi rimarrà. E’ tutta opera del tecnico o anche lui non ha mai pensato di andare via?

Lui è un tifoso vero della Roma, come Totti, non ha mai guardato ai soldi ma solo alla maglia. Daniele sente la Roma dentro, anche se a volte è stato maltrattato dalla stampa. Un giocatore come De Rossi va sempre difeso al di la delle prestazioni negative che ci possono stare. 

Totti esterno o prima punta?

Con me giocherebbe sempre prima punta, non per via dell’età che avanza ma perché è il classico giocatore da usare come punto di riferimento e da sfruttare per l’inserimento dei centrocampisti. Lui è l’unico che non sbaglia un passaggio da quando ha esordito.

Fonte: Centro Suono Sport