Roma Calcio » AS Roma News » CAMPO TESTACCIO Il Campidoglio istituisce il tavolo tecnico per il recupero

CAMPO TESTACCIO Il Campidoglio istituisce il tavolo tecnico per il recupero

Una veduta dello storico Campo Testaccio

Una veduta dello storico Campo Testaccio

È stato istituito un Tavolo tecnico per programmare e definire il recupero di Campo Testaccio. Questo il risultato dell’incontro che si è tenuto oggi a Palazzo Senatorio fra i rappresentanti di Roma Capitale e Municipio I con l’obiettivo di individuare le soluzioni per la riqualificazione di uno dei luoghi simbolo dello sport della città e il ripristino dell’impianto sportivo, importante per il territorio e per tanti giovani, dopo anni di abbandono e di incuria. Ogni intervento sarà successivo alla sentenza del Tar il quale, il prossimo 13 febbraio, si pronuncerà sui lavori di realizzazione dell’opera inserita all’interno del Piano Urbano Parcheggi. Faranno parte del Tavolo la segreteria del sindaco, gli Assessorati allo Sport e alla Qualità della vita e quello alla Mobilità, il Municipio I. All’incontro di oggi hanno preso parte, fra gli altri, il capo segreteria del sindaco di Roma Enzo Foschi, l’assessore Luca Pancalli e il presidente del Municipio I Sabrina Alfonsi”. Lo comunica, in una nota, il Campidoglio.

È necessario lavorare per rimarginare una ferita per il rione che oggi si vede privato di un punto di riferimento dei testaccini, di un luogo simbolo per l’identità del territorio e di un servizio sportivo necessario per i giovani. La precedente amministrazione capitolina non ha saputo trovare una soluzione adeguata abbandonando lo storico campo al degrado” ha dichiarato Sabrina Alfonsi. “All’indomani della decisione del Tar, qualunque essa sia – ha aggiunto Luca Pancalli – vogliamo essere nelle condizioni di poter ripristinare, in breve tempo, un’area di pregio della Capitale. È ciò che chiede la cittadinanza. Non si tratta solo di garantire un servizio ma anche di recuperare un pezzo di storia di questa città. Il nostro obiettivo, comunque, è quello di recuperare il campo di gioco e poi di capire se vi sono le condizioni per integrare il progetto con la realizzazione di una palestra e di una piscina. Si tratta di un obiettivo su cui c’è la massima determinazione da parte delle amministrazioni coinvolte”.

Fonte: Agv news