CONFERENZA STAMPA NAPOLI-ROMA Garcia: “Giocheremo per vincere. Maicon sta bene” (FOTO e VIDEO)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:41

Garcia
Garcia
Alla vigilia della gara di ritorno della semifinale di Coppa Italia tra Napoli e Roma, il tecnico della Roma Rudi Garcia ha parlato in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni.

Questa Roma gioca tutte le partite per vincerle, anche domani sarà così?

“Sì, giocheremo per vincere. Abbiamo due squadre di primo livello, l’abbiamo visto in campionato e all’andata. Sul piano psicologico giocheremo per vincere”.

Può essere la partita di Destro?

“Può essere quella di Mattia, di Gervinho, di Totti etc. In queste partite abbiamo bisogno di tutti”.

Rudi Garcia
Rudi Garcia

Ha sempre detto che la criticità arriva nella terza partita che si disputa nella settimana. Che valutazione farà su Maicon e Totti?

“Può essere vero. Può succedere sulla terza o sulla quarta: per noi sarà la terza, per il Napoli la quarta. E’ vero, bisogna dare tutto e vedremo sul piano fisico la squadra che andrà meglio. Ma anche quando una squadra non va bene sul piano fisico, se hai le chiavi per gestire questa situazione, come il possesso palla, puoi uscirne lo stesso. Maicon è convocato”

GUARDA IL VIDEO

E’ costretto a schierare Torosidis a sinistra. Abbiamo visto Bastos muoversi molto bene su quella corsia. Può essere un’indicazione per domani?

“Sulle fasce, sul piano difensivo, le soluzioni le abbiamo. Abbiamo preso Michel Bastos per questo motivo, Torosidis lo fa benissimo, anche Romagnoli può aiutare la squadra. Non abbiamo problema sulle fasce”

Dopo Juve-Roma disse che chi vince ha sempre ragione. Leggo le cifre delle due ultime sfide: una ha pareggiato, un’altra ha vinto…

“No, ha sempre ragione chi vince. Se una squadra fa molti cross, batte molti corner, fa molto possesso palla…Noi giocheremo per attaccare, sappiamo che il Napoli è forte ma abbiamo visto che può prendere anche dei gol”

All’andata il Napoli ha vinto sul possesso palla. E’ stata una strategia?

“Ci sono due cose: la strategia, che può essere avere o lasciare il pallone, e soprattutto dipende anche dal risultato. Quando una squadra segna un gol presto può anche aspettare gli avversari e colpire in contropiede. Forse è successo anche questo nella partita d’andata. Può essere una strategia vincente”

Reina ha detto che il Napoli può vincere in un istante. Vuole rispondere?

“La partita si gioca sul campo. Sappiamo che è vero che possono fare dei gol ma anche che possono prenderne: ne abbiamo fatti 5 in due partite con loro. E’ vero che possono segnare in un istante ma anche noi…”

Una volta sì e una no arriva la multa per la ricetrasmittente. Vengono chiuse le curve. Il quadro normativo italiano è da rivedere?

“Possiamo chiedere a Baldissoni di venire? Questa è una questione societaria, io penso al piano sportivo. Queste domande sono importanti ma il nostro direttore generale ha il ruolo per rispondere più precisamente”

Il Napoli è la squadra che ha messo più in difficoltà la Roma. Non è un po’ triste che solo Roma, Napoli e a tratti la Fiorentina, giochino a calcio in Italia?

“Non è vero: oltre alla Fiorentina, anche Verona e Cagliari, a tratti, fanno delle buone cose. Tempo fa si diceva che la Serie A è molto chiuso, non è vero, qui si segnano molti gol. Fino a poco fa, era il secondo campionato, tra i primi 5 d’Europa, in cui si segnano più gol. Penso sia un campionato molto più aperto”

Secondo lei, giudicando questa partita dall’esterno: è più importante per la Roma o per il Napoli?

“Quando due squadre stanno a 90 minuti, forse di più, dalla finale è importante per entrambe. Su una partita secca come una finale c’è la possibilità di vincere un trofeo. E’ lo stesso per il Napoli e per noi, speriamo vinca il migliore e di vedere una sfida bella come all’andata e che la Roma vada in finale”

C’è la possibilità di vedere Totti e Destro insieme?

“Sì, lo abbiamo già fatto durante una gara e dall’inizio contro il Catania. Dipende dal momento, dalla gara, dall’avversario”

Come sta la squadra psicologicamente e fisicamente dopo il pareggio del derby?

“Bene, veramente bene. Ho trovato una squadra già totalmente concentrata sulla semifinale. Oggi sono rimasto un po’ stupito da come stanno i giocatori: bisognava dirgli di andare nello spogliatoio per non rimanere ad allenarsi di più. E’ un buon segnale”

Sempre su Benitez: è l’unico ad aver capito il segreto di come si ferma la Roma?

“Anche su questo, che posso dire: abbiamo vinto 2-0 in campionato e l’andata in casa. Abbiamo preso il primo gol in maniera sfortunata. Io firmo per giocare nella stessa maniera e vincere anche domani. Rafa è uno che fa sempre giocare bene le sue squadre ma anche noi dobbiamo andare là con fiducia e per vincere. Andremo a Napoli per questo, abbiamo una forte ambizione”

Gervinho sembra essere l’unico insostituibile. Ha bisogno anche lui di tirare il fiato?

“No, sta veramente bene sul piano fisico. Il suo profilo è unico, forse per questo inizia sempre le partite. Per il momento lo vedo bene, corre alla fine come all’inizio della partita”

Questa partita può servire anche per annullare la rincorsa del Napoli al 2° posto?

“E’ una partita di Coppa Italia, non ha nulla a che vedere con il campionato. Il migliore su due partite deve andare in finale, non aspetteremo per difendere il vantaggio. Giocheremo come sappiamo e una volta qualificati non cambierà nulla per il campionato”