NAZIONALE Perrotta: “Totti al Mondiale? Porterebbe un qualcosa in più”

Simone Perrotta
Simone Perrotta

In questi giorni, dopo le dichiarazioni di Francesco Totti, il tema della presenza o meno del Capitano nella lista dei convocati al mondiale è di grande attualità. “L’apertura di Totti al Mondiale in Brasile? Mi ha sorpreso, devo essere sincero. Ma credo debba essere preso in considerazione se, come ha detto, dovesse arrivare in condizione fisica ottimale. Questo il punto di vista di Simone Perrotta, ex compagno di Totti nella Roma e campione del Mondo in Germania nel 2006.

Perrotta, a margine di una iniziativa promossa dall’Unar (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), sottolinea poi come il numero 10 giallorosso sia ““un personaggio e un giocatore che alla nostra Nazionale non farebbe che bene, e non solo a Prandelli ma anche al gruppo perche’ comunque e’ un ragazzo ben visto da tutti. Porterebbe sicuramente un qualcosa in piu’”. “Cassano? Anche Antonio sta facendo molto bene, a Parma ha trovato la sua dimensione anche se l’anno scorso forse non e’ stata un’annata troppo positiva – ricorda il consigliere federale in quota Assocalciatori – Pero’ quest’anno sta facendo vedere quelle che sono tutte le sue qualita’. Cassano e’ un uomo squadra, che trascina attraverso le giocate e i gol”. Sorridendo, infine, Perrotta ammette che la doppia candidatura di Totti e Cassano rappresenta “un bel grattacapo per Prandelli”. “E’ chiaro che per convocare loro due si deve lasciare fuori qualcun altro che magari sta facendo bene – conclude – Non e’ un discorso semplice da fare perche’ chiamare Totti o Cassano vuol dire lasciare a casa un altro, pero’ Prandelli ha il polso della squadra e sa cosa fare”.

Fonte: Ansa