ROMA-JUVENTUS Rewind: 4 e tutti a casa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:03
Roma-Juventus
Roma-Juventus

Dopo aver girato la boa di metà stagione da campione d’inverno, seppur virtualmente in coabitazione con il Milan, staccato di tre punti ma con una gara – poi vittoriosa – da recuperare, la Roma ha iniziato malissimo il girone di ritorno, con un pareggio in casa con l’Udinese e una sconfitta a Brescia che hanno permesso ai rossoneri di allungare di 5 punti in classifica e alla Juve di effettuare l’aggancio al secondo posto. Così, quando Roma e Juventus si trovano di fronte la sera di domenica 8 febbraio 2007, oltre alla storica rivalità fra le due squadre ci sono in palio tre punti fondamentali nella corsa al Milan e al secondo posto che vale l’accesso diretto in Champions League. Nonostante quello che recita la classifica, il confronto in campo è impietoso: trascinata da una giornata di grazia di Totti e Cassano, coppia gol inarrestabile per la sgangherata retroguardia bianconera, il solido 4-4-2 di Capello schianta letteralmente la frastornata squadra di Lippi, uscita umiliata sotto un pesante 4-0.

Dopo il 5-0 del 15 marzo 1931 che avrebbe dato vita alla pellicola cinematografica di Bonnard, si tratta della sconfitta più pesante mai inflitta dalla Roma alla Juventus. E pensare che il punteggio sarebbe potuto essere ancora più punitivo, se la traversa non avesse respinto uno splendido destro al volo di Totti nel primo tempo; va anche detto, per onestà, che sul 3-0 la Juve ha avuto la chance di firmare il gol della bandiera, ma sul calcio di rigore di Trezeguet Pelizzoli è stato bravissimo a rimanere fermo e a deviare di piede la conclusione centrale del franco-argentino. Finisce così 4-0, col “saluto” finale di Totti che invita Tudor a tornare a casa con quattro pive nel sacco: non diventerà un film, ma resterà comunque un fotogramma indelebile nella memoria di tutti i tifosi giallorossi.

Tabellino

8 febbraio 2004 – Stadio Olimpico
Roma-Juventus 4-0 (1-0)

MARCATORE: 13’ Dacourt, 53’ Totti (R), 71’ e 85’ Cassano.

ROMA (4-4-2): Pelizzoli, Zebina, Samuel, Chivu, Panucci, Mancini, Emerson, Dacourt (90’ De Rossi), Lima, Totti (89’ D’Agostino), Cassano (87’ Carew). A disp. Zotti, Candela, Tommasi, Delvecchio. All.: Capello.
JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon, Thuram, Legrottaglie, Montero, Zambrotta, Camoranesi (67’ Appiah), Tacchinardi, Conte (58’ Tudor), Nedved, Di Vaio (45’ Miccoli), Trezeguet. A disp. Chimenti, Ferrara, Pessotto, Maresca. All.: Lippi.

ARBITRO: Collina di Viareggio.

NOTE: Ammoniti Samuel, Conte, Cassano e Camoranesi. Espulso Montero al 55’ per somma di ammonizioni. Al 74’ Pelizzoli ha parato un calcio di rigore a Trezeguet. Angoli: Roma 5, Juventus 9. Recupero: 4’-4’.

Fonte: asroma.it