LA SETTIMANA DEL MATCH Roma-Juventus: tutto dal mondo giallorosso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:14
Rudi Garcia
Rudi Garcia

(di Matteo Isidori)

Roma-Juventus non è mai una sfida banale; in questo caso anche a causa dell’orario: 17:45. Un unico rammarico accompagna quest’incredibile stagione dei giallorossi e li conduce al match di oggi: ovvero che questo Roma-Juve non sia decisivo per lo scudetto, al contrario di quanto ci si aspettava da una stagione come questa. L’obiettivo di oggi, allora, come ha detto Garcia in conferenza stampa sarà “fare una bella partita davanti all’Olimpico; l’ultima di una stagione straordinaria“. I giallorossi dovranno mostrare in campo la falsità degli 11 punti che li separano dai rivali bianconeri. Per farlo, però, il tecnico francese, non potrà contare su De Sanctis: “Morgan non giocherà, ha preso un colpo al braccio a Catania” – le parole di Garcia – “Giocherà Skorupski ed è una buona cosa anche per il ragazzo: è un portiere con un futuro brillante“. In difesa torna, dopo il lungo infortunio, Benatia a far coppia con Castan. 3 giocatori (Maicon, Dodò e Torosidis) per 2 maglie sulle fasce. A centrocampo torna dalla squalifica Nainggolan, che chiuderà il terzetto con De Rossi e Pjanic. Il loro compagno di reparto Strootman, in questi giorni a Roma, li guarderà dalla tribuna. Anche l’attacco ritrova un volto noto: Mattia Destro ha, infatti, scontato le 4 giornate di squalifica e ritroverà Totti e Gervinho al suo fianco. In settimana è arrivato anche il presidente Pallotta, principalmente per lavorare su tre fronti: progetto stadio, rinnovo Pjanic e dialogare con il tecnico Garcia, oltre che per assistere al match di stasera. Per quanto riguarda il rinnovo del bosniaco il numero uno della Roma si è sbilanciato: “Credo che Miralem farà parte del futuro della Roma. Se sono sicuro? Sì, dipende da lui ma fa parte del gioco. Con lui abbiamo già parlato, va tutto bene e i ragazzi sono felici“. Parole fiduciose anche sulla permanenza a Roma di Garcia: “Rimarrà a lungo, non capisco perché tutti pensano che possa andare via. Sono soddisfatto della nostra stagione, l’ultima partita con il Catania è stata una gara pazza. Contro la Juventus vogliamo vincere, sono loro i nostri avversari“. Sul fronte mercato lo stesso presidente ha voluto blindare la rosa attuale, garantendo un investimento nel mercato: “Ci sarà sicuramente l’ingresso di nuovi giocatori, ma la rosa che c’e’ quest’anno rimarrà anche il prossimo“. Il ds Sabatini sta già lavorando a tal proposito ed avrebbe bloccato l’esterno d’attacco del Magonza Choupo-Moting, venticinquenne camerunense in scadenza di contratto. Per la difesa, nello specifico per il ruolo di terzino sinistro, il diesse starebbe tentando di riportare nella capitale, sponda romanista, Aleksandar Kolarov. Trattativa non facile, dato l’elevato ingaggio del serbo, ma avviata.